Connect with us

Cosa stai cercando?

Festival

Festival Valle d’Itria 2022

Tempo di lettura: 3 minuti

È la 48ª edizione del Festival della Valle d’Itria, a Martina Franca nel consueto periodo estivo, dal 19 luglio al 6 agosto 2022.

Martina Franca

Da 48 anni, a Martina Franca, in Puglia, ogni estate si svolge un Festival che si è imposto per scelte inusuali e coraggiose e per la qualità degli artisti che ne hanno arricchito i cartelloni.

Adagiata sulle colline sud orientali della Murgia, Martina Franca è una città barocca che gode di splendide vedute sulla Valle d’Itria, tra filari di vite, boschi e ulivi secolari.

Quattro titoli d’opera

per un percorso storico che va dal Seicento alla contemporaneità: 

  • Le joueur di Sergej Sergeevič Prokof’ev’s (1929) 19, 24, 30 luglio e 6 agosto 2022
  •  Beatrice di Tenda (1833) di Bellini 23 e 26 luglio 2022
  • Il Xerse di Cavalli (1655) 25, 29 e 31 luglio 2022
  • Opera italiana di Nicola Campogrande (2010) 3 e 5 agosto 2022
Al Palazzo Ducale di Martina Franca
Al Palazzo Ducale di Martina Franca
Al Palazzo Ducale di Martina Franca
Al Teatro Verdi di Martina Franca

Nuovo direttore artistico

Sarà il primo cartellone firmato dal nuovo direttore artistico Sebastian F. Schwarz quello per la 48ª edizione del Festival della Valle d’Itria, a Martina Franca nel consueto periodo estivo, dal 19 luglio al 6 agosto 2022. Schwarz è il nuovo direttore artistico per il triennio 2022-2024, succede ad Alberto Triola che ha firmato dodici edizioni del festival.

«Colgo l’occasione di questa anteprima per ringraziare di cuore la Fondazione Paolo Grassi per la fiducia accordatami con questo prestigioso incarico. Accetto la sfida – afferma il direttore artistico Sebastian F. Schwarz – consapevole della responsabilità che ho dopo la programmazione realizzata dagli stimati colleghi che mi hanno preceduto. Continuerò a rimanere fedele al DNA del Festival, perché non esiste bene più prezioso per un’artista che la curiosità, sentimento che voglio contagiare al pubblico dei prossimi anni»…

Sebastian F. Schwarz – Direttore Artistico del Festival Valle d’Itria

È dalla fine del Cinquecento che in Italia, dopo aver inventato l’opera, continuiamo a recitar’ cantando, a raccontare l’oggi o a trasformare miti, letteratura e storia in libretti e partiture da affidare a cantanti-attori e musici, concentrando tutte le arti – visiva, figurativa, performativa – su quel palcoscenico che è in realtà il mondo. Eppure, in Italia si mettono in scena pochi titoli: rispetto agli oltre 40mila che pare siano stati scritti, in cartellone ci sono quasi sempre le stesse 30 opere, cucinate in tutte le salse, come se il nostro pubblico non desiderasse altro. Ma, come si dice in americano: “It’s not the sauce that makes the BBQ!”

Riconoscenze

Il Festival della Valle d’Itria ha ottenuto per nove volte l’ambito riconoscimento del Premio Abbiati dell’Associazione Nazionale Critici Musicali. 

Scritto da

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti