Connect with us

Cosa stai cercando?

Musica, News

IL 30 NOVEMBRE AL TEATRO BONCI DI CESENA “SUBA”

Tempo di lettura: < 1 minuto

L’Oceano Atlantico separa Cuba e Senegal, paesi d’origine dei due musicisti, una distanza fra continenti e tradizioni differenti temperata dalla loro comune e ancestrale connessione con l’Africa.

Quando si sono incontrati per la prima volta, nel 2012, Seckou Keita è rimasto incantato dalla spiritualità musicale del Maestro cubano, mentre Sosa ha visto in lui una rara capacità di collaborare senza perdere l’identità.

Suba” significa “alba” in mandinka, la lingua nativa di Keita: scritto e registrato nel 2020 durante il lockdown, l’album è un inno alla speranza, a una nuova alba di compassione e di cambiamento reale del mondo dopo la pandemia, un richiamo viscerale a una preghiera perenne per la pace e l’unione tra le persone.

«Anche se stai affrontando delle difficoltà, al mattino resetti il cervello, vedi l’alba come un nuovo giorno, una nuova pace, qualcosa che inizia, ed è sempre emozionante. Questa è stata la sensazione che ho avuto mentre scrivevo con Omar» afferma il musicista. La pandemia è per lui «un corso di massimo livello per vedere il mondo in un modo differente» ma il titolo richiama temi senza tempo: «è SUBA per tante cose: la musica, l’arte, gli esseri umani, la compassione, il cambiamento».

Trascinante, eclettico e infaticabile, Omar Sosa è stato nominato sette volte al Grammy Award e due volte per i BBC Radio 3 World Music Awards. Il CD Ceremony con la NDR Bigband ha ricevuto un ECHO Jazz Award nel 2011 come Big Band Album of the Year.

Scritto da

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Copyright © 2022 Le foto presenti su Notizie di Spettacolo sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. L'editore è a disposizione per la eventuale rimozione di foto coperte da copyright. Il periodico on line “Notizie di Spettacolo” è stato registrato presso il registro dell'Ufficio Stampa con il numero 66/2022 con firma del decreto del Presidente di Sezione del 10 maggio 2022.