Connect with us

Cosa stai cercando?

Orchestra

Alchimie 2022-2023 per l’Orchestra Filarmonica di Torino

Tempo di lettura: 4 minuti

Trasformazione e rinnovamento: sono le alchimie al centro della nuova stagione concertistica dell’Orchestra Filarmonica di Torino

L’Orchestra Filarmonica di Torino è nata nell’aprile 1992. L’attività dell’Orchestra Filarmonica di Torino ha visto la realizzazione di numerose collaborazioni con prestigiosi direttori e solisti, che sempre riconoscono in OFT un ambiente musicale ricco di spunti e di energia propositiva.

Dal 2016, Direttore Musicale dell’Orchestra Filarmonica di Torino è Giampaolo Pretto, a cui vengono affidate le sfide musicali più impegnative.. 

Alchimie 2022-2023

Sono le alchimie le grandi protagoniste della nuova Stagione concertistica 2022-2023 dell’Orchestra Filarmonica di Torino.

In un mondo in trasformazione, l’OFT rinnova se stessa con una proposta fresca, strutturata e accattivante, frutto del lavoro appassionato del team artistico, che vede accanto al presidente e direttore artistico Michele Mo, Giampaolo Pretto come direttore musicale e Gabriele Montanaro come segretario generale.

Su questa linea, alla Stagione si affiancherà un progetto specifico rivolto ai giovani musicisti.

GIAMPAOLO PRETTO

Dal 25 ottobre 2022

Ad aprire la Stagione martedì 25 ottobre 2022 sarà Giampaolo Pretto, direttore musicale dell’OFT, con un concerto dedicato alla “Pietra filosofale” come simbolo di buon auspicio che si lega a terra, trasformazione ed evoluzione.

Temi musicalmente declinati nelle tre pastorali scritte da tre celebri compositori: la prima è la Pastorale composta da Igor Stravinskij nell’estate del 1907, inizialmente pensata per soprano e pianoforte e dedicata alla voce di Nadežda, figlia del suo maestro.

La seconda è Pastorale d’été di Arthur Honegger scritta nel 1920 su ispirazione di alcuni versi del poeta decadente Arthur Rimbaud, mentre l’ultima è la celebre Sinfonia n. 6 in fa maggiore op. 68 di Ludwig van Beethoven, scritta tra il 1807 e 1808 durante i lunghi periodi trascorsi in campagna e da lui per questo ribattezzata Pastorale.

I luoghi

L’organizzazione degli appuntamenti è quella consueta, con il concerto del martedì sera in Conservatorio, la prova generale del lunedì pomeriggio al Teatro Vittoria, ad eccezione dei mesi di marzo e di maggio in cui non è prevista, e la prova di lavoro della domenica mattina a Più Spazio Quattro.

Le sinergie

A rendere possibili straordinarie alchimie sono anche le collaborazioni con altre realtà culturali. Una opportunità che OFT ha sfruttato anche per la Stagione 2022-2023.

Come per le scorse Stagioni, ogni concerto in Conservatorio verrà aperto dalla lettura di un micro racconto scritto appositamente per OFT dal giornalista e musicista Lorenzo Montanaro. La lettura dei testi è a cura dell’Associazione liberi pensatori “Paul Valéry” e dell’Accademia di formazione teatrale Mario Brusa di Torino.

OFT Lab

OFT ha da sempre nel proprio DNA l’attenzione nei confronti dei giovani musicisti. Per il 2022, questa vocazione si concretizzerà in modo ancora più esplicito nel progetto OFT Lab.

Alcuni giovanissimi talenti faranno parte dell’orchestra con regolarità e avranno l’occasione di lavorare fianco a fianco con musicisti di caratura nazionale e internazionale, in uno scambio continuo tra esperienza ed entusiasmo.

Dichiarazioni

«La trasformazione è un elemento fondamentale del mondo che ci circonda. Lo è, in questi anni complessi, per la società, per la nostra vita quotidiana, ma anche per la musica e la cultura che si trovano ad affrontare sfide sempre più articolate. È per questo che, per la stagione 2022-2023, abbiamo pensato alle Alchimie: da una parte sappiamo di poter raggiungere i risultati che ci proponiamo solo trasformandoci e rinnovandoci giorno dopo giorno; dall’altra, siamo certi che siano gli incontri, le collaborazioni, le alchimie che sapremo creare sul palco e con il pubblico a rendere la nostra ricerca così intrigante».

Michele Mo – Direttore Artistico

Nel costruire gli otto appuntamenti concertistici si è quindi deciso di selezionare programmi musicali che potessero, partendo dal passato, offrire spunti per comprendere le sfumature del nostro tempo attraverso una molteplicità di rimandi naturali, storici e filosofici collegati ai metalli e ai pianeti.

«Proponiamo concerti sinfonici in cui sprigionare tutta l’energia dell’orchestra e dei protagonisti che intraprenderanno con noi questo percorso.

Giampaolo Pretto, direttore musicale di OFT, che dal podio, e con una bacchetta “quasi” magica, ci condurrà attraverso repertori sempre più affascinanti; Sergio Lamberto, primo violino e maestro concertatore, che guiderà sapientemente gli Archi dell’Orchestra; e poi le promesse (già ampiamente mantenute) del panorama nazionale e internazionale, dal direttore Alessandro Cadario ai giovani solisti Ettore Pagano, Luka Faulisi, Gabriele Carcano e Kevin Spagnolo.

Brani meravigliosi del repertorio classico e romantico, gioiose incursioni nel barocco, intense proposte tratte dalla musica del Novecento, l’esecuzione di una sinfonia fresca d’inchiostro che sogna “Un mondo nuovo”, a firma di Nicola Campogrande, che sarà eseguita, a rotazione, da molte orchestre europee, sono solo alcuni degli elementi da cui vogliamo lasciarci plasmare e trasformare».

Michele Mo – Direttore Artistico
Scritto da

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Copyright © 2022 Le foto presenti su Notizie di Spettacolo sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. L'editore è a disposizione per la eventuale rimozione di foto coperte da copyright. Il periodico on line “Notizie di Spettacolo” è stato registrato presso il registro dell'Ufficio Stampa con il numero 66/2022 con firma del decreto del Presidente di Sezione del 10 maggio 2022.