Connect with us

Cosa stai cercando?

Fice

Rilanciare il cinema d’autore e d’essai

Tempo di lettura: 2 minuti

Nel momento in cui sta per prendere il via il Festival di Cannes, che torna ad essere la grande vetrina del cinema d’autore europeo e mondiale, la Federazione Italiana dei Cinema d’Essai (FICE) invita ad interrogarsi sullo stato di difficoltà che continua ad attanagliare il cinema del nostro Paese.

FICE

La Federazione Italiana dei Cinema d’Essai è l’associazione di categoria dei cinema consacrati alla programmazione di qualità, istituita nel 1980.

Raggruppa oltre 500 schermi in oltre 300 cinema su tutto il territorio nazionale. È un gruppo di sale molto eterogeneo, di provenienza sia ANEC (Associazione Nazionale Esercenti Cinema) che ACEC (Associazione Cattolica Esercenti Cinema), che abbraccia tanto i cinema d’essai delle grandi città quanto i cinema di piccoli centri, spesso gli unici schermi in attività sul territorio; le monosale come le multisale consacrate al cinema d’autore.

La FICE è membro dell’AGIS e della CICAE (la Confederazione Internazionale dei Cinema d‘Essai), collabora con i più importanti festival del cinema e con organismi per la promozione del cinema di qualità.

Le difficoltà dei cinema del nostro Paese vertono, in particolare, sul mancato ritorno in sala di una consistente fetta del pubblico che aveva frequentato i cinema prima della pandemia.

É arrivato il momento di invertire la rotta

A distanza di oltre due anni, e dopo le misure restrittive adottate dal Governo che hanno incluso anche lunghi periodi di chiusura e che non hanno paragoni con il resto dei paesi europei, è arrivato il momento di invertire la rotta rispetto a una tendenza che può e deve essere fermata, pena la messa in pericolo del patrimonio di sale cinematografiche italiane. Patrimonio per fortuna composto ancora da centinaia e centinaia di sale che si impegnano a programmare cinema d’autore e d’essai, e che oggi sono quelle maggiormente in difficoltà, anche a causa della mancanza di film capaci di intercettare un pubblico stanco di opere ripetitive, forse pensate più per una platea televisiva che per il pubblico cinematografico.

Questo anche a causa di provvedimenti che hanno incrementato a dismisura la produzione di “opere audiovisive” e praticamente annullato le finestre tra l’uscita in sala e i successivi passaggi televisivi.

Le richieste

Per questo è necessario che al più presto, così come richiesto anche da importanti esponenti della distribuzione e rappresentanti parlamentari, si introduca un congruo intervallo tra l’uscita al cinema e quella delle piattaforme di almeno 180 giorni, così come occorre pensare a un piano straordinario di tre anni che si ponga come obiettivo la riconquista del pubblico. Dando anche un giusto seguito alle parole pronunciate dal Presidente Mattarella in occasione dei David di Donatello, per salvaguardare il ruolo sociale, aggregativo e culturale delle sale.

Solo un grande processo che veda il Ministero della Cultura ripensare gli investimenti destinati al cinema, rimettendo realmente al centro la funzione della sala cinematografica, può ridare slancio a una produzione fin troppo appiattita su opere audiovisive di scarso interesse per il pubblico cinematografico.

Occorre farlo ora sfruttando anche la vetrina di Cannes, dove saranno presenti alcuni dei nostri più importanti autori, a partire da Martone e Bellocchio.

“La FICE, insieme a tutte le sale associate, farà di tutto per continuare a dare visibilità al cinema indipendente e d’essai così come previsto dalla legge cinema, per promuovere la cultura cinematografica e garantire un pluralismo di offerta che dia spazio a tutte le cinematografie, a partire dai giovani talenti italiani”.

Domenico Dinoia – Presidente Fice
Scritto da

Green Event Manager. Direttore editoriale e coordinatore delle attività di redazione della testata “Notizie di Spettacolo” nel 2022. Dal 2014 coordina le attività di Italiafestival, l'associazione dei festival italiani. Ha scritto per diverse testate giornalistiche di attualità, sport e cultura.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Cinema, Fice

Giuliana Fantoni è la nuova Presidente della FICE – Federazione Italiana Cinema D’essai per il triennio 2024-2027. L’elezione è avvenuta oggi a Roma per...

Cinema, Fice

Autori ed attori direttamente nelle sale d’Essai in tutta Italia (con un occhio particolare rivolto alle sale di provincia) per presentare i loro film...

Cinema, Fice

Torna anche per tutto il mese di novembre nelle sale cinematografiche del Veneto l’edizione 2023 de “La Regione del Veneto per il cinema di qualità...

Cinema

All’ombra del palazzo ducale di Mantova sono andati in scena gli Incontri del Cinema D’Essai, organizzate dalla Fice (Federazione italiana cinema D’Essai), durate i quali sono stati proiettati...

Copyright © 2022 Le foto presenti su Notizie di Spettacolo sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. L'editore è a disposizione per la eventuale rimozione di foto coperte da copyright. Il periodico on line “Notizie di Spettacolo” è stato registrato presso il registro dell'Ufficio Stampa con il numero 66/2022 con firma del decreto del Presidente di Sezione del 10 maggio 2022.