Connect with us

Cosa stai cercando?

Foto Open Online

Cultura, Ministero della Cultura

Sangiuliano, alla Camera interrogazioni in materia di spettacolo

Tempo di lettura: 2 minuti

Si sono svolte nella giornata di ieri mercoledì 12 aprile alla Camera, alla presenza del ministro della cultura Gennaro Sangiuliano, le interrogazioni parlamentari in materia di spettacolo.
La prima (a prima firma Irene Manzi, PD) riguardo l’attuazione delle disposizioni previste dalla legge 106/2022 in materia di spettacolo, con particolare riferimento all’indennità di discontinuità dei lavoratori del settore.
A questa è seguita l’interrogazione (a firma Valentina Grippo, Azione) riguardo la situazione attuale del comparto cinematografico, con particolare enfasi sul tema della “finestra temporale di distribuzione”.

L’onorevole Mauro Berruto (PD-IDP), cofirmatario dell’interrogazione Manzi, ha esposto le difficoltà in cui operano migliaia di lavoratori e lavoratrici nel settore dello spettacolo, dovute alla natura atipica dei contratti di lavoro e alle tutele previste non sufficienti.

E’ una questione che sta a cuore a me e al Governo, al breve la risolveremo. Vogliamo procedere speditamente per l’attuazione delle deleghe previste dalla legge – ha dichiarato in risposta il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, intervenendo alla Camera –. La questione va affrontata in termini rapidi. Abbiamo costituito una serie di tavoli con le categorie che operano all’interno di questo settore perché ci sembra giusto che i lavoratori dello spettacolo partecipino con le loro idee e i loro consigli alla determinazione delle decisioni che si andranno ad assumere in questo ambito”.

In questa direzione va anche l’ultima legge di bilancio, al cui interno è stato inserito un incremento della dotazione del Fondo volto a finanziare tale misura. Il sostegno già previsto è stato infatti incrementao di 60 milioni di euro per l’anno 2023, di 6 milioni di euro per il 2024 e di 8 milioni per il 2025.

Con successiva interrogazione la deputata Valentina Grippo (A-IV-RE) ha portato all’attenzione del ministro la situazione del comparto cinematografico, colpito non solo dalla pandemia, ma che deve fare anche i conti con il settore della produzione audiovisiva: “Mentre, infatti, la produzione audiovisiva è in un momento di particolare dinamismo, le presenze in sala continuano a registrare numeri insoddisfacenti” ha spiegato la deputata Grippo.

In risposta il ministro Sangiuliano ha dichiarato: “Il Governo ha affrontato con serietà e impegno le problematiche degli imprenditori del settore cinematografico. Uno dei primi miei atti è stato quello di firmare un decreto che ha stanziato 10 milioni di euro per incentivare il ritorno in sala del pubblico dopo la pandemia. In questo senso, va anche l’attenta valutazione delle forme e dei metodi di erogazione dei crediti di imposta alle imprese che lavorano e allo sviluppo, alla produzione e alla distribuzione nazionale e internazionale di film, a cui ho provveduto con una serie di decreti e, ancora, alla repressione della pirateria cinematografica ed audiovisiva”.

Per quanto riguarda il tema della finestra temporale, cioè il lasso di tempo minimo che deve trascorrere tra la proiezione nelle sale e la distribuzione sulle piattaforme digitali, questa attualmente è ritornata ad essere di 105 giorni, in forza di quanto previsto dal decreto ministeriale n. 531 del 29 novembre 2018, a firma dell’ex Ministro Alberto Bonisoli – ha poi ripreso il ministro, continuando – A prescindere da questa strategia processuale che andremo ad adottare, occorre precisare che questa finestra temporale riguarda esclusivamente le opere di nazionalità italiana che hanno avuto accesso ai benefici previsti dalla legge sul cinema. In ogni caso, tuteleremo anche le imprese che già hanno messo sul mercato i loro film”.

Scritto da

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Cinema

La 81a edizione della Mostra del cinema di Venezia, presentata dal presidente Pietrangelo Buttafuoco e dal direttore artistico Alberto Barbera, si svolgerà dal 28...

Festival, Musica

C’è anche la Norma di Vincenzo Bellini tra i titoli che compongono il cartellone di quest’anno del Macerata Opera Festival, che giunge alla sua 60a edizione....

Aiam, Spettacolo dal vivo

Quasi 1 milione e 900 mila spettatori nel 2023 e un contributo economico che contribuisce ad aumentare la ricchezza del nostro Paese: è quanto...

Spettacolo, Spettacolo dal vivo

Più eventi (3,5 milioni, +15% sul 2022), più spettatori (quasi 265 milioni, +30% sul 2022), più luoghi di spettacolo (116.681, +14% sul 2022) e...

Copyright © 2022 Le foto presenti su Notizie di Spettacolo sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. L'editore è a disposizione per la eventuale rimozione di foto coperte da copyright. Il periodico on line “Notizie di Spettacolo” è stato registrato presso il registro dell'Ufficio Stampa con il numero 66/2022 con firma del decreto del Presidente di Sezione del 10 maggio 2022.