FestivalMusicaNewsNon solo spettacolo

0
Tempo di lettura: 3 minuti

Scomparso nel 2014, il grande direttore d’orchestra Claudio Abbado ha costantemente rivolto la sua attività al rinnovamento della vita musicale in tutti i suoi aspetti, dallo studio delle partiture alla creazione di orchestre, dalla ricerca di nuove definizioni del suono alla nascita della nuova musicologia delle edizioni critiche.

A sei anni dalla sua dipartita, venerdì 15 e sabato 16 ottobre un convegno internazionale sarà dedicato al Maestro con ospiti provenienti da tutta Europa e una ricerca inedita condotta da una équipe di musicologi della nuova generazione sui documenti e i materiali custoditi nel Fondo Abbado della Staatsbibliothek di Berlino.

Il convegno “Ascoltare il futuro – Claudio Abbado e il nuovo”, ospitato dal Teatro alla Scala e organizzato da Milano Musica e dalla Fondazione Claudio Abbado, in collaborazione con il Teatro alla Scala, nell’ambito del 30° Festival di Milano Musica “D’un comune sentire”, sarà trasmesso in streaming in italiano e in inglese sui canali social di Milano Musica e del Teatro alla Scala da questo link .

Accanto alla testimonianza di persone che hanno lavorato a stretto contatto con Claudio Abbado come Maurizio Pollini,Riccardo Chailly, Thomas Angyan(Vienna),Eva-Maria Tomasi (Berliner Philharmoniker), Michele dall’Ongaro (Accademia Nazionale di Santa Cecilia), Michael Haefliger(Lucerne Festival), la musicologa Lidia Bramani (Milano), il produttore discografico Sid McLauchlan, il cuore del convegno è rappresentato dal lavoro di una équipe di giovani musicologi (Elena Abbado, Siel Agugliaro, Alessandra Calabrese,Giovanni Cestino,Michele Chiappini), coordinata da Angela Ida De Benedictis, Benedetta Scandola e Oreste Bossini, che ha lavorato su documenti e materiali inediti del Fondo Claudio Abbado conservato presso la Staatsbibliothek di Berlino.

Le relazioni del gruppo di studio sui temi della ricerca musicale (II. Sessione Claudio Abbado e la ricerca musicale, presieduta da Angelo Foletto, venerdì 15 ottobre ore 15-18.30) e del rapporto tra musica e spazio (III. SessioneAbitare il suono. Nuovi spazi per la musica, presieduta da Angela Ida De Benedictis, sabato 16 ottobre ore 10-13.30) saranno arricchite dalle riflessioni di musicologi come Martin Elste (Brema),Dinko Fabris (Università della Basilicata, Potenza) e musicisti come il compositore Marco Stroppa e la violinista Lorenza Borrani.

In apertura e chiusura del Convegno due tavole rotonde mettono a fuoco la figura di Claudio Abbadoe il suo lascito musicale e culturale. La prima Sessione (Claudio Abbado e la nuova musica, moderata da Franco Pulcini,venerdì 15 ottobre ore 10-13.30) ha per tema il lavoro di Claudio Abbado come promotore della creatività musicale nelle diverse città in cui ha rivestito incarichi istituzionali (Milano, Londra, Vienna, Berlino, Ferrara, Bologna). La tavola rotonda conclusiva (IV. Sessione Costruire il futuro, moderata da Oreste Bossini, sabato 16 ottobre ore 15-18.30), aperta da un’ampia videointervista inedita all’architetto Renzo Piano, si propone d’indicare come la lezione di Claudio Abbado resti attuale anche oggi nella necessità di varare politiche culturali volte a stimolare nuove forme di creatività musicale e a promuovere la fruizione e la conoscenza del linguaggio musicale presso un nuovo pubblico all’interno di una società in rapida evoluzione, attraverso il confronto tra operatori culturali di diverse istituzioni europee come Emmanuel Hondré (Cité de la Musique – Philharmonie de Paris), Klaus Georg Koch (Milano/Basilea), Maria Majno (SONG Onlus -Sistema in Lombardia, Sistema Europe, Milano), Andrea Zietzschmann (Berliner Philharmoniker, Berlino), Marco Ferullo (Filarmonica della Scala, Milano). 

Il comitato scientifico è composto da Cecilia Balestra, Oreste Bossini, Angela Ida De Benedictis e Franco Pulcini.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. A causa della limitata disponibilità, è necessario prenotarsi per ogni sessione attraverso il link di registrazione che sarà pubblicato sul sito di Milano Musica e del Teatro alla Scala martedì 12 ottobre alle ore 18.00.

Il Convegno si tiene in italiano e in inglese, con traduzione simultanea. Tutte le sessioni del convegno saranno trasmesse in diretta streaming sui canali social (Facebook e YouTube) di Milano Musica e del Teatro alla Scala, e in seguito rimarranno disponibili per la visione.

Ascoltare il Futuro. Claudio Abbado e il Nuovo

  • Venerdì 15 ottobre, ore 10-13.30

I. Claudio Abbado e la nuova musicaTavola Rotonda

Saluto di Dominique Meyer

Moderatore: Franco Pulcini
Partecipanti:
Thomas Angyan (Vienna)
Lidia Bramani (Milano)
Riccardo Chailly (Teatro alla Scala, Milano)
Michele dall’Ongaro (Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Roma)
Michael Haefliger (Lucerne Festival, Lucerna)
Maurizio Pollini (Milano)

  • Venerdì 15 ottobre, ore 15-18.30

II. Claudio Abbado e la ricerca musicale

Moderatore: Angelo Foletto
Relatori:
Alessandra Calabrese (Fondazione Claudio Abbado)
Giovanni Cestino (Università degli Studi di Milano)
Martin Elste (Brema)
Dinko Fabris (Università della Basilicata, Potenza)
SidMcLauchlan (Amburgo) 

  • Sabato 16 ottobre, ore 10-13.30

III. Abitare il suono. Nuovi spazi per la musica

Moderatore: Angela Ida De Benedictis
Relatori:
Elena Abbado (Österreichische Akademie 
derWissenschaften, Vienna)
Siel Agugliaro (University of Pennsylvania, Philadelphia)
Lorenza Borrani (Chamber Orchestra of Europe)
Michele Chiappini (Centro Studi Luciano Berio, Firenze)
Marco Stroppa (Parigi)
Eva-Maria Tomasi (Berliner Philharmoniker, Berlino)

  • Sabato 16 ottobre, ore 15-18.30

IV. Costruire il futuroTavola Rotonda

Intervista video: Renzo Piano

Moderatore: Oreste Bossini
Partecipanti:
Marco Ferullo (Filarmonica della Scala, Milano)
Emmanuel Hondré (Cité de la Musique- Philharmonie de Paris)
Klaus Georg Koch (Milano/Basilea)
Maria Majno (SONG Onlus – Sistema in Lombardia, Sistema Europe, Milano)
Andrea Zietzschmann (Berliner Philharmoniker, Berlino) 

Luigi Colella
Dal 2014 collaboro con Italiafestival, l'associazione dei festival italiani. Ho collaborato per diverse testate giornalistiche scrivendo di attualità, sport e cultura.

DALLA BIENNALE AL PALLADIUM IL 15/10 IN PRIMA ROMANA “PANDORA” DI TEATRO DEI GORDI

Articolo precedente

CONCERTO CONCLUSIVO REF, I BERLINER PHILHARMONIKER, DIRETTI DA KIRILL PETRENKO ALL’ACCADEMIA NAZIONALE DI SANTA CECILIA

Articolo seguente

Ti potrebbero interessare

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Festival