MultidisciplinareNews

BIENNALE DI VENEZIA:NOMINATI I DIRETTORI ARTISTICI DEI SETTORI DANZA, MUSICA, TEATRO E CINEMA PER IL QUADRIENNIO 2021-2024

0
Tempo di lettura: 2 minuti

Wayne McGregor, coreografo e regista britannico, è stato nominato Direttore del Settore Danza. Il suo lavoro affonda le radici nella danza, ma abbraccia una molteplicità di ambiti che includono la tecnologia, le arti visive, il cinema, l’opera e la formazione.

Wayne McGregor


Lucia Ronchetti è stata nominata Direttrice del Settore Musica. Compositrice e storica della musica, ha ottenuto un dottorato in musicologia all’École Pratique des Hautes Études en Sorbonne. È docente di composizione ai Ferienkurse di Darmstadt e Professore di composizione invitata presso la Hochschule für Musik und Darstellende Kunst Frankfurt.

Lucia Ronchetti


Autori e registi, ricci/forte sono stati nominati alla Direzione del Settore Teatro. Stefano Ricci e Gianni Forte si formano all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” con Luca Ronconi e alla New York University con Edward Albee. Nel 2005 costituiscono la compagnia omonima con cui si impongono sulla scena, non solo teatrale, nazionale e internazionale.

Stefano Ricci/Gianni Forte


Riconferma per Alberto Barbera, nominato Direttore del Settore Cinema per il quadriennio 2021-2024.
Nel 2021, successivamente all’apertura della Biennale Architettura (22 maggio > 21 novembre), si terranno la Biennale Teatro (2 > 11 luglio), la Biennale Danza (23 luglio > 1 agosto), la 78. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (1 > 11 settembre), la Biennale Musica (17 > 26 settembre).

Alberto Barbera

Il Cda della Biennale ha ringraziato e ha espresso la sua più viva gratitudine a Marie ChouinardIvan Fedele e Antonio Latella per il grande impegno e gli ottimi risultati conseguiti nei loro incarichi pluriennali quali Direttori rispettivamente dei Settori Danza, Musica e Teatro.

APERTI, NONOSTANTE TUTTO. APPUNTAMENTO AL TEATRO SAN CARLO DI NAPOLI

Articolo precedente

IL 21 NOVEMBRE SUL MAINSTAGE SI RINNOVA LA COLLABORAZIONE CON AGIS

Articolo seguente

Ti potrebbero interessare

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *