Non solo spettacolo

SANREMO IN PILLOLE, PAGELLE E CATTIVI PENSIERI. (TERZA SERATA)

0
Tempo di lettura: 2 minuti

(Lo show\1)

MICROFONI Andati in tilt due volte. E’ saltato un computer su Noemi e Neffa condizionandone l’esibizione. Tilt su Fasma e Nesli. Esibizione da ripetere. Viene meno l’efficienza da Sanremo. Grave errore blu. 4 al responsabile tecnico. La questione condizione Amadeus tutta la serata che prende 6 per consolazione.

FIORI Michelin li cede a Fedez. Il cantante dei Maneskin ad Agnelli. Hanno infranto la tradizione novecentesca dell’esclusiva femminile. Rivoluzionari meritano il 9. La mandolinista slava dei napoletani di Meta se ne era andata perchè non aveva capito nulla.

NEGRAMARO Omaggio a Dalla con 4 marzo 1943 nella versione censurata della prima edizione. Meraviglioso per Modugno e un monologo di degno rispetto. Nonostante la giacca verde di Sangiorgi un 9 di qualità.

VITTORIA CERETTI L’eleganza di un top model non basta. Priva di personalità. Alla noia Ama ripete che Vittoria ha un aereo all’alba. La modella sparisce per lungo tempo. Senza voto non per sua responsabilità.

FIORELLO Non si lascia sfuggire la notizia del giorno sulle dimissioni di Zingaretti. Si fa tagliare in baffi da Ama in diretta. Appare e compare creando pathos. Indispensabile come Ronaldo alla Juve per qualunque risultato. Serata da 8.

ANTONELLA FERRARI. I teatri chiusi e la sclerosi multipla. La malattia al tempo del morbo. Da ben custodire nelle teche rai. Un 9 di sostegno a chi soffre e prende il destino in mano.

IBRA Arriva in ritardo per un incidente sull’autostrada e con gli autori ne fanno un buon elemento di racconto. Ironico e nel ruolo. Sembra aver studiato all’Actor studio e invece è l’arte gitana di saper risolvere ogni questione. Duetto con Mihajlovic. Liti, la leucemia, retroscena da spogliatoio e finisce con “Io vagabondo” dei Nomadi che per uno zingaro è un “Livre de chevet”. Come non dargli 10.

DONATO GRANDE Disabile e atleta sulla carrozzina. Palleggia con Ibra. Un 9 è d’obbligo. Bravo Ama nel reclamare rispetto per la categoria.

ACHILLE LAURO, MONICA GUERRITORE, EMMA Una certezza. L’attrice fa Penelope e non dimentica la categoria, Achille la statua greca, Emma ci mette il suo. “Dio benedica gli incompresi”. Nella serata infinita e fantozzianamente lunga si fanno ricordare. Voto 8.

CCCP Per me che li ho avuti ospiti a casa una soddisfazione che il loro punk atipico sia un segno indelebile e arrivi a Sanremo come gli alieni. Lindo Ferretti già all’epoca non vedeva la televisione. Non voto per conflitto d’interessi e per i duetti rimando alle pagelle dedicate.

369GRADI PRESENTA: A NOTEBOOK FOR WINTER

Articolo precedente

COMPAGNIA TEATRO A / ASSOCIAZIONE ARIADNE PRESENTA SUAD

Articolo seguente

Ti potrebbero interessare

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *