NewsPNRR

PNRR ATTRATTIVITÀ DEI BORGHI: PUBBLICATE LE FAQ (3/5 GENNAIO)

0
Tempo di lettura: 2 minuti

L’ufficio PNNR dell’AGIS che affianca e supporta gli associati per gli avvisi pubblici emanati dal Ministero della Cultura riguardo il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ha inoltrato al Ministero della Cultura richieste di chiarimenti in merito al bando

ATTRATTIVITÀ DEI BORGHI

LINEA B
AVVISO PUBBLICO PROGETTI DI RIGENERAZIONE CULTURALE E SOCIALE DEI PICCOLI BORGHI STORICI PNRR
M1C3 – INVESTIMENTO 2.1

FREQUENTLY ASKED QUESTIONS

Le FAQ pervenute alle ore 12:00 dal 3 gennaio al 5 gennaio 2022 sono disponibili cliccando su LINK.

Si ricorda che l’avviso del MiC concepisce la cultura e il patrimonio artistico come un fattore trasversale nelle politiche di sviluppo territoriale e locale. L’avviso è rivolto prevalentemente a piccoli centri collocati in quelle aree marginali del paese spesso caratterizzate da economie fragili e segnati dalla presenza di criticità demografiche e da rischi ambientali.

A CHI È RIVOLTO

Il bando è rivolto a 229 Comuni (che possono presentare domanda singolarmente o in aggregazione) che abbiano le seguenti caratteristiche:

  • borghi italiani con numero di abitanti pari o inferiore a 5000 (dati Istat – censimento al 2020)
  • comuni in aggregazione (max 3) limitrofi o ricadenti nella medesima regione, accomunati da medesimi tematismi, la cui popolazione complessiva (somma) sia uguale o inferiore a 5000 abitanti.

Le condizione essenziali dell’aggregazione devono prevedere la presenza di borgo storico in ciascuno dei 3 comuni; uno tra i 3 comuni deve assumere il ruolo di capofila e proponente, e deve presentare la candidatura.

Festival BORGATE DAL VIVO

PROGETTUALITÀ

Ciascuna progettualità deve essere orientata all’ANIMAZIONE CULTURALE declinata in:

RIGENARAZIONE

SOSTENIBILITÀ

INNOVAZIONE

Le progettualità dovranno essere traducibili come riqualificazione degli spazi pubblici, restauro del patrimonio storico-architettonico e conseguente attivazione di iniziative culturali, unitamente all’attivazione di iniziative imprenditoriali e commerciali che abbiano positive ricadute occupazionali sul territorio (occupazione sostenibile).

FINALITÀ

Promuovere progetti per la valorizzazione e gestione del patrimonio artistico e culturale, coniugandone la tutela alle esigenze di rivitalizzazione sociale ed economica, di rilancio occupazionale e di contrasto allo spopolamento.

RISORSE DISPONIBILI

380 MILIONI di euro ripartite così:

228 milioni di euro al centro nord (60%)

152 milioni di euro al mezzogiorno (40%).

È prevista un’ulteriore dotazione di 200 milioni di euro a sostegno del Terzo settore, oggetto di un successivo avviso (120 milioni al centro-nord; 80 milioni al sud).

IMPORTO MASSIMO CONCEDIBILE A CIASCUN COMUNE: 1.600.000 euro (NON comprensivo delle risorse a favore del Terzo settore, oggetto dell’avviso relativo alle risorse pari a 200 milioni di euro).

In caso di aggregazione di comuni (max 3), il finanziamento potrà essere incrementato del 30% per ogni comune aggregato al capofila.

Il contributo è concesso al 100% a fondo perduto per le spese ammissibili, che non potrà in nessun caso essere aumentato.

SCADENZE

Decreto assegnazione risorse: entro il II trimestre 2022

Realizzazione interventi: entro II trimestre 2025

DATA INIZIO PRESENTAZIONE CANDIDATURA: 20 dicembre 2021

SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDA CANDIDATURA: 15 marzo 2022 ORE 13.59

NUOVO “DECRETO SOSTEGNI” – L’AGIS CHIEDE INTERVENTI PER IL SETTORE DELLO SPETTACOLO

Articolo precedente

OPERA E TECNOLOGIA

Articolo seguente

Ti potrebbero interessare

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in News