Connect with us

Cosa stai cercando?

Firenze, Stati generali della diplomazia culturale

Cultura, Danza

Con Aterballeto la danza protagonista agli Stati Generali della diplomazia culturale

Tempo di lettura: 2 minuti

Gli Stati Generali della diplomazia culturale sono un’occasione di incontro e di confronto per il settore dello spettacolo. Quest’anno si svolgono dal 9 all’11 ottobre, presso il Palazzo Vecchio di Firenze. Un momento di dialogo in cui Direttori e delle Direttrici degli Istituti Italiani di Cultura discutono e lavorano insieme sulla promozione della cultura e della lingua italiana all’estero, nell’ambito della strategia di diplomazia culturale della Farnesina.

Anche la danza è presente all’appello. Il 9 ottobre il Centro Coreografico Nazionale Aterballetto ha preso parte al tavolo dei centri culturali di spettacolo chiamati a Firenze per portare la testimonianza e la centralità del settore all’interno del panorama contemporaneo.

“Mettersi a disposizione di progettazioni all’estero, nel segno della diplomazia culturale, rientra per noi tra le missioni che può avere un Centro Coreografico Nazionale” afferma il direttore generale e artistico del CCN Gigi Cristoforetti“siamo grati alla Direzione Generale della Diplomazia Pubblica e Culturale del Ministero Affari Esteri dell’occasione che ci dà per diffondere nostre creazioni, e soprattutto per sviluppare collaborazioni stimolanti non legate soltanto alla danza. Il confronto con arti visive e musica, al quale abbiamo dato con Aterballetto un grande spazio, diventa un terreno ideale di lavoro per offrire uno sguardo articolato sulla creatività italiana”.

“La diplomazia culturale è uno strumento strategico al servizio dell’interesse nazionale, su cui dobbiamo puntare per alimentare l’attrattività e la capacità d’influenza dell’Italia nel mondo. L’economia culturale vale 90 miliardi di euro con una ricaduta occupazionale di circa 1,5 milioni di posti di lavoro” ha commentato l’On.Tajani“Per questo ho voluto convocare a Firenze gli Stati Generali della Diplomazia Culturale con gli 86 Istituti Italiani di Cultura e i Ministri competenti, con un approccio di sistema Paese. Dobbiamo realizzare, grazie alla diplomazia culturale, un grande processo di internazionalizzazione e di investimento italiano all’estero, basato non solo sulla vendita di beni ma anche sull’esportazione di servizi culturali”.

Nell’occasione, Aterballetto ha danzato Preludio di Diego Tortelli, alla presenza di Antonio Tajani Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Anna Maria Bernini Ministro dell’Università e della Ricerca, Daniela Santanchè Ministro del Turismo, Paola Frassinetti Sottosegretario di Stato, Ministero dell’Istruzione e del Merito, Gianmarco Mazzi Sottosegretario di Stato, Ministero della Cultura, Dario Nardella Sindaco di Firenze, Alessandro De Pedys Direttore Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale, Roberto Grossi Direttore Scientifico Atlante delle Imprese Culturali e Creative in Italia, Federico Mollicone Presidente Commissione Cultura della Camera, Massimo Osanna Direttore Generale Musei, Piero Angelo Cappello Direttore Generale per la Creatività Contemporanea. 

Il progetto artistico fa parte di Italia Danza, un articolato programma di CCN/Aterballetto, disegnato insieme alla Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale (Maeci), in collaborazione con gli Istituti Italiani di Cultura e con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Reggio Emilia. Un progetto che mette al centro la creatività italiana per creare nuovi linguaggi e pubblici, immaginando di poter trasformare le sedi delle ambasciate e degli istituti italiani di cultura in sorprendenti spazi dove scoprire la danza.

Filippo La Rosa, Vice Direttore della Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale del Maeci, racconta così la progettualità nata insieme al CCN/Aterballetto: “La rete degli Istituti italiani di Cultura all’estero e la Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale stanno costruendo nuove progettualità e investendo importanti risorse per la proiezione internazionale della danza italiana. L’obiettivo è consolidare le relazioni con le principali istituzioni coreutiche presenti sui territori, attraverso progetti di coproduzione e di residenza. È in questa prospettiva che è stata avviata con il Centro Coreografico Nazionale Aterballetto una collaborazione che si concretizzerà in un primo tour nell’autunno 2023 per proseguire poi nel 2024. La danza contemporanea si conferma uno degli ambiti fondamentali per la proiezione internazionale della cultura italiana”.

Scritto da

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Aidaf, Danza

Si intitola “All Beats to Dance” il tema scelto per questa edizione di Danza in Fiera 2024, che si svolgerà a Fortezza da Basso a Firenze,...

Aidaf, Danza

La luce, così come la regia, la coreografia e la musica, rappresenta uno degli elementi fondamentali che caratterizzano l’esibizione coreutica. Ed è lo spirito...

Danza

Il progetto promuove la danza in spazi museali, contesti artistici, e si rivolge principalmente, ma non esclusivamente, a persone che vivono con il Parkinson....

Danza, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Il CCN/Aterballetto si fa promotore della diplomazia culturale pubblica in Italia nel mondo. Dopo aver preso parte ad ottobre agli Stati Generali della diplomazia culturale, il...

Copyright © 2022 Le foto presenti su Notizie di Spettacolo sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. L'editore è a disposizione per la eventuale rimozione di foto coperte da copyright. Il periodico on line “Notizie di Spettacolo” è stato registrato presso il registro dell'Ufficio Stampa con il numero 66/2022 con firma del decreto del Presidente di Sezione del 10 maggio 2022.