Connect with us

Cosa stai cercando?

Daniel Harding e Michele dall'Ongaro

Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Comunicato stampa

Daniel Harding è il nuovo Direttore Musicale dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Tempo di lettura: 3 minuti

Daniel Harding è stato nominato direttore musicale dell’Orchestra e del Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia della stagione 2024/2025. Il direttore britannico entrerà in carica nell’ottobre 2024 con un contratto iniziale di cinque anni. Harding succederà a Sir Antonio Pappano, direttore musicale in carica per 18 anni, dal 2005 al 2023, che ricoprirà la carica di direttore emerito dell’Accademia, passando alla London Symphony Orchestra. 

È una lunga storia quella con l’Accademia di Santa Cecilia- ha dichiarato Harding durante la conferenza – La prima volta è stata nel 1997 quando vivevo a Berlino ed ero assistente di Abbado. Per me la musica italiana, i musicisti italiani, hanno sempre avuto un enorme importanza per me. Abbado è stato un idolo per me quando ero adolescente perché all’età di 19 anni decidi che volevo essere suo assistente. E poi la musica italiana è sempre stata generosa con me”.

Daniel Harding

L’annuncio è stato comunicato dal sovrintendente Michele dall’Ongaro nella conferenza stampa di questa mattina all’Accademia in presenza del Maestro inglese:

È con sincero entusiasmo e con orgoglio vivissimo che l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la sua Orchestra e il suo Coro danno il benvenuto a Daniel Harding, un musicista che abbiamo imparato a conoscere e amare tanti anni fa e che oggi ritorna con un incarico impegnativo che è anche una sfida per il futuro e un’opportunità per i nostri complessi e per la città che li ospita“.

Michele dall’Ongaro

L’Accademia Nazionale di Santa Cecilia ha un’Orchestra e un Coro di straordinaria energia e generosità – ha dichiarato Harding, che aggiunge – Amano raccontare storie e trasmettere il loro entusiasmo per la musica che eseguono. In 25 anni di collaborazione abbiamo esplorato un ampio repertorio e stretto un’amicizia che ora diventa qualcosa di molto significativo per tutti noi. Avere l’opportunità di diventare il Direttore Musicale di un’Orchestra di prim’ordine e così ambiziosa in una città di incomparabile importanza storica e culturale è un bellissimo regalo che mi viene fatto”.

Daniel Harding

Durante la conferenza della mattina il nuovo direttore ha sottolineato la volontà di portare avanti il lungo progetto che vede la stagione sinfonica inaugurarsi con l’esecuzione di un’opera in forma di concerto, annunciando che comincerà il suo mandato nell’ottobre 2024 con “la più romana delle opere pucciniane”: Tosca. Un omaggio al compositore Giacomo Puccini, che nel 2024, il 29 novembre, si commemorerà il primo centenario dalla sua morte.

Inoltre, nel corso della sua prima stagione, Harding renderà omaggio al patrimonio storico di Roma eseguendo il Requiem di Verdi in una delle maggiori basiliche romane, inaugurando un ciclo che prevede l’esecuzione dei maggiori capolavori di musica sacra nelle più belle chiese della Città Eterna.

Tra i punti sollevati dal nuovo direttore musicale c’è anche l’attenzione rivolta ai giovani e come far sì che questa preziosa risorsa collabori e dialoghi in un’ottica di un respiro internazionale:

Bisogna far comprendere a far capire ai giovani che cosa significa suonare non a livello individuale ma in un’orchestra. È importante attirare i giovani quando sono ancora aperti, far capire loro cosa significa il suonare l’eseguire in un’orchestra con tanti altri individui. Vorrei poter portare chi è interessato, gli orchestrali con esperienza dall’Unione europea e dagli Stati Uniti affinché sia veramente uno scambio equo tra i giovani e chi ha esperienza di cosa vuol dire far funzionare un’orchestra nel suo insieme”.

Daniel Harding

Harding valorizzerà ulteriormente il repertorio sinfonico dell’Orchestra, concentrandosi sui capolavori dell’Ottocento e del Novecento, comprese le composizioni di Strauss, la Scuola di Vienna, Wagner, il ciclo completo delle sinfonie di Mahler e molti altri compositori. Nel corso della prima stagione eseguirà anche la Sinfonia “Asrael” di Suk, un capolavoro di rara esecuzione.Anche la Deutsche Grammophon annuncia una nuova collaborazione con Daniel Harding e con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e pubblicherà le registrazioni delle serate inaugurali, in particolare della Tosca di Puccini, nell’anno che celebra l’anniversario del compositore.

Scritto da

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Festival

“Dialogo, confronto e incontro” sono le tre direttrici che guidano la 39° edizione del Romaeuropa Festival. Uno spazio aperto alla pluralità e alla diversità di...

Teatro

«Nel mio percorso ho affrontato tanti classici importanti, quindi sono ben allenato a far sì che le gambe non tremino troppo quando sono davanti...

Danza

Avrebbe compiuto cent’anni oggi Vittoria Ottolenghi: scrittrice, giornalista e saggista votata allo spettacolo e alla danza. Nata a Roma l’8 aprile del 1924, mosse i...

Cinema

È forse la prima volta che 23 sigle rappresentanti migliaia di professionisti dell’audiovisivo si riuniscono per fornire una visione unica e una proposta ad...

Copyright © 2022 Le foto presenti su Notizie di Spettacolo sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. L'editore è a disposizione per la eventuale rimozione di foto coperte da copyright. Il periodico on line “Notizie di Spettacolo” è stato registrato presso il registro dell'Ufficio Stampa con il numero 66/2022 con firma del decreto del Presidente di Sezione del 10 maggio 2022.