FestivalNon solo spettacolo

FESTIVAL – ECCO IL ROF D’AUTUNNO

1
Tempo di lettura: 2 minuti

Manca meno di un mese al via per la sezione autunnale del ROF 2020. Il Rossini Opera Festival 2020 continua, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza prescritte dalla legge, come appendice straordinaria alla consueta edizione estiva, tenutasi con successo nonostante le condizioni proibitive grazie ad un importante sforzo organizzativo.

Il ROF proporrà una sezione autunnale in programma dal 1° al 29 novembre 2020 con la consueta qualità che annualmente delizia i suoi spettatori da decenni.

In calendario il Concerto finale dell’Accademia Rossiniana “Alberto Zedda”, rinviata per ovvie ragioni in luogo del consueto mese di luglio (il 1° novembre alle 20.30 al Teatro Sperimentale); una selezione dei Péchés de vieillesse eseguita dal pianista Alessandro Marangoni (il 14 novembre alle 20.30 al Teatro Rossini); due vere e proprie rarità, mai eseguite al ROF, come la Messa di Milano e il Miserere (il 15 novembre alle 20.30 al Teatro Rossini); tre recite del Barbiere di Siviglia messo in scena da Pier Luigi Pizzi al ROF 2018 (il 25 e 27 novembre alle 20 e il 29 novembre alle 17 al Teatro Rossini); infine, due recite del classico Viaggio a Reims di Emilio Sagi, ripreso da Elisabetta Courir, con gli allievi dell’Accademia Rossiniana 2020 (il 26 e 28 novembre alle 20 al Teatro Rossini).

Il barbiere di Siviglia vedrà Michele Spotti dirigere l’Orchestra Sinfonica G. Rossini e il Coro del Teatro Ventidio Basso (Maestro del Coro Giovanni Farina) e un cast composto da Juan Francisco Gatell (Conte d’Almaviva), Marco Filippo Romano (Bartolo), Aya Wakizono (Rosina), Iurii Samoilov (Figaro), Michele Pertusi (Basilio), Elena Zilio (Berta) e William Corrò (Fiorello/Ufficiale). Il viaggio a Reims sarà diretto da Alessandro Cadario sul podio dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini. Miserere e Messa di Milano saranno diretti da Ferdinando Sulla, alla guida della Filarmonica Gioachino Rossini e del Coro del Teatro della Fortuna (Maestro del Coro Mirca Rosciani); il Miserere sarà interpretato da Manuel Amati, Antonio Garés e Grigory Shkarupa; ad essi, nella Messa di Milano, si aggiungerà Svetlina Stoyanova.

Così Ernesto Palacio, Sovrintendente del ROF: “Il concerto di Alessandro Marangoni era già stato fissato in precedenza, mentre tutto il resto del programma è frutto della situazione creatasi con l’esplosione della pandemia. Abbiamo rinviato due delle tre opere già programmate al ROF 2021, mentre recupereremo l’Accademia Rossiniana e Il viaggio a Reims degli allievi proprio in novembre. Debutteranno come docenti il regista teatrale ed autore Giampiero Solari e il direttore d’orchestra Roberto Abbado. Essendoci disponibilità di finanziamenti, abbiamo avuto l’opportunità di realizzare questa eccezionale sessione autunnale, riproponendo anche Il barbiere di Siviglia del 2018 e presentando due composizioni sacre di Rossini mai eseguite al ROF come il Miserere e la Messa di Milano”.

Così il presidente del ROF, il vicesindaco di Pesaro Daniele Vimini: “Il ROF estivo conserverà la sua struttura consueta, ma ogni opportunità di estendere direttamente o indirettamente la sua attività (produzioni liriche, concerti, corsi di formazione, creazione di opportunità di lavoro, indotto economico) produce effetti molto positivi. Ci rimettiamo in moto dopo l’edizione estiva, alla sezione autunnale seguirà la quarta tappa della tournée in Oman in attesa delle celebrazioni del Compleanno di Rossini e poi del Festival 2021, in occasione del quale contiamo di inaugurare il nuovo PalaScavolini con un Gala celebrativo”.

La prevendita dei biglietti aprirà giovedì 8 ottobre. Prenotazioni via email a: boxoffice@rossinioperafestival.it.

Informazioni: www.rossinioperafestival.it

Luigi Colella
Dal 2014 collaboro con Italiafestival, l'associazione dei festival italiani. Ho collaborato per diverse testate giornalistiche scrivendo di attualità, sport e cultura.

L’APPELLO CONDIVISO DEGLI ASSESSORI ALLA CULTURA DI 10 GRANDI CITTÀ AL GOVERNO

Articolo precedente

RIVOLUZIONE ADESSO PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Articolo seguente

Ti potrebbero interessare

1 Commento

  1. […] nonostante le condizioni proibitive grazie ad un importante sforzo organizzativo”. Così il Rof (NDS l’aveva scritto qui) comunicava ai suoi spettatori l’avvicinamento alle celebrazioni del compleanno di Rossini e al […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Festival