Connect with us

Cosa stai cercando?

Danza

Le visioni suggestive di ‘Blu infinito’ dell’Evolution Dance Theatre

Tempo di lettura: 2 minuti

A Catanzaro per il Festival d’Autunno

Un successo planetario ottenuto da uno spettacolo di grande effetto scenico in cui danza, illusioni ottiche e giochi di luce caratterizzano un lavoro creato dalla fervida mente di  Anthony Heinl, già ballerino e successivamente coreografo dei Momix.

L’Evolution Dance Theatre, sabato 12 novembre alle ore 21 nel Teatro Politeama di Catanzaro per il Festival d’Autunno, sarà protagonista delle visioni suggestive di ‘Blu infinito’, un evento che non mancherà di calamitare non solo l’attenzione degli appassionati di danza.

L’esaltante fusione di danza, arte, acrobazia, magia e illusione fanno dell’Evolution Dance Theatre una Compagnia di ballo tra le più importanti al mondo, grazie al lavoro svolto dai direttori e coreografi Anthony Heinl e Nadessja Casavecchia.

‘Blu infinito’ è stato presentato nei più importanti teatri italiani e del mondo, riscuotendo ovunque clamorosi successi, affascinando e ipnotizzando il pubblico con le splendide performance del corpo di ballo composto da Antonella Abbate, Leonardo Tanfani, Carlotta Stassi, Matteo Crisafulli, Giulia Pino, Giovanni Santoro, Nadessja Casavecchia.

«Per realizzare questo spettacolo non sono partito da una idea precisa. Mi sono lasciato trasportare da ciò che stavamo realizzando tutti insieme, valutando fin dove potevamo spingerci. Il nostro modo di lavorare ci spinge verso più direzioni, ma manteniamo solo quello che consideriamo più originale e, per certi versi, affascinante per noi e gli spettatori».

Anthony Heinl – direttore artistico e coreografo

La creazione di tecniche nuove e innovative per il palcoscenico, consente all’eccitante mix di scienza e arte di creare un’esperienza visiva unica per il pubblico. Un concept che da 13 anni è stato apprezzato negli oltre 700 spettacoli con presenze che superano i 450.000 spettatori, affascinati dalle coreografie mozzafiato e trasportati in mondi immaginifici diversi.

‘Blu infinito’ non si avvale di una storia «perché vogliamo lasciare che sia il pubblico a crearla a secondo delle proprie percezioni. Da parte nostra cerchiamo di creare le migliori interazioni tra luce e acqua, curando nei minimi particolari anche l’aspetto musicale. Ogni componente deve svolgere il suo ruolo alla perfezione per fare entrare gli spettatori nel mondo che abbiamo realizzato per loro».

Acqua, luce e musica saranno i tre elementi essenziali del mondo immaginato da Heinl. I molteplici sentieri, che il pubblico potrà intraprendere assistendo alle evoluzioni dei componenti l’Evolution Dance Theatre, saranno determinati dalla continua metamorfosi in cui convivono in perfetta armonia creature fantastiche e luminescenti, tutto supportato dalla tecnologia realizzata appositamente per questo spettacolo. Non solo effetti creati dal Light Wall, schermo interattivo creato dallo stesso Anthony Heinl, ma si assisterà a momenti di pura illusione ottica. «E’ una delle cose che non mi abbandona mai negli spettacoli, avendo studiato magia da bambino».

Una magia che viene accentuata ancor di più dalle musiche scelte, che danno un tocco in più alle atmosfere e alle coreografie di ‘Blu infinito’. Una ideale colonna sonora che spazia tra generi e artisti diversi tra loro.  «Essere andato nella direzione dell’acqua mi ha ispirato brani che fossero adatti al progetto. E’ sempre importante nella danza che musica e movimenti siano un’unica cosa. L’ascoltatore sarà sicuramente catturato da questo».

Una carriera luminosa che lo ha visto debuttare in giovane età e che, prima di aver compiuto 20 anni, aveva recitato da protagonista in oltre 30 produzioni musicali. Il suo trascorso nei Momix e l’attuale percorso con l’Evolution Dance Theater non sono assimilabili: « Con loro ho girato il mondo ed ho partecipato ad oltre 1500 spettacoli ma oggi, pur partendo dallo stesso concetto base, io mi sono spostato su un livello e una strada diversa».

Blu Infinito

EVolution dance Theater di Antony Heinl

Catanzaro – Teatro Politeama

Sabato 12 novembre ORE 21:00

Evolution Dance Theatre, compagnia di ballo 

Anthony Heinl, coreografo

Adriano Pisi, Light designer e direttore tecnico 

Piero Ragni, costumi

Simone Sparky, effetti laser 

Scritto da

Giuseppe Panella è giornalista e critico musicale. Da sempre non limita i suoi interessi alla musica, scrivendo anche di teatro e di libri. Da circa venti anni è addetto stampa di alcuni festival, artisti e radio. Tra le sue collaborazioni quella con MusicalNews, Classic Rock, Vinile, Gazzetta del Sud, Il popolo del blues, Tutto Sud News e Muzi Kult. Nel 2011 ha contribuito con una scheda al libro "Da Mameli a Vasco. 150 canzoni che hanno unito gli italiani", curato da Maurizio Becker e pubblicato da Coniglio Editore. Nel 2011 e 2012 è stato direttore responsabile di Onda Calabra. Ha un suo blog (www.giuseppepanella.it)

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Agiscuola, Cinema

Si è svolta il 5 dicembre, presso l’Auditorium di Milano, la conclusione del Progetto speciale Agiscuola “Sinfonia Fantastica”, un percorso che ha coinvolto circa...

Cinema, Cinetel

Vicini di casa di Paolo Castella (nel cast Claudio Bisio e Vinicio Marchioni) debutta al comando nel suo primo weekend in sala con un incasso...

Anec, Cinema

Tik Tok ha sponsorizzato il Festival di Cannes e le Giornate Professionali di Cinema Dalla distribuzione cinematografica al passaggio nelle sale passando attraverso i...

Festival

A Catania torna Zampognarea: per la XVIII edizione una mostra itinerante e concerti alla scoperta  delle tradizioni del Natale Con la presentazione del programma...

Copyright © 2022 Le foto presenti su Notizie di Spettacolo sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. L'editore è a disposizione per la eventuale rimozione di foto coperte da copyright. Il periodico on line “Notizie di Spettacolo” è stato registrato presso il registro dell'Ufficio Stampa con il numero 66/2022 con firma del decreto del Presidente di Sezione del 10 maggio 2022.