MusicaStorie di Musica

CONTINUA IL PERCORSO “MUSIC FOR CHANGE – 12TH MUSICA CONTRO LE MAFIE AWARD

0
Tempo di lettura: 2 minuti

Tra le tantissime novità che hanno dato nuova linfa al premio Musica contro le mafie, rigenerandolo e rinnovandolo, ora è il momento del Premio Stream

Durante le fasi live e di residenza dello scorso settembre di “Music for Change – 12th Musica contro le mafie award” gli 8 finalisti hanno realizzato un brano con il quale si sono esibiti e “affrontati” nella finale del 24 Settembre che ha visto come vincitore il cantautore partenopeo Francesco Lettieri; assegnatario anche della menzione speciale su segnalazione del Club Tenco. La vittoria della menzione speciale di Musica contro la mafie è andata alla rapper Sugar, il premio Acep-Unemia al duo AliC’è e il secondo posto in classifica alla band Yosh Whale

Una nuova “sfida” inizia per gli otto artisti che dal 19 Novembre concorrono per il Premio Stream. Dalla pubblicazione delle otto canzoni scritte, composte e registrate presso i Bocs Art di Cosenza, e prodotte dalla label Musa Factory (Ed.Emmekappa); inizierà il conteggio degli streams e sarà quindi il gusto del pubblico a decretare l’ulteriore, importantissimo, riconoscimento che sarà assegnato al brano che, fino al Lunedì 17 Gennaio 2022, avrà ottenuto più ascolti sulla piattaforma Spotify.


“L’introduzione di questo premio è una cosa che ci piace molto perché va oltre il prezioso parere delle giurie, dei partner che hanno assegnato dei riconoscimenti e della direziona artistica; è la prova su strada (come si direbbe in gergo automobilistico). Il nostro obiettivo è da sempre quello della diffusione di buone prassi attraverso la musica; le canzoni possono avere dei contenuti importantissimi, possono essere di grande qualità tecnico artistica ma se non vengono veicolate e ascoltate la nostra mission è solo parzialmente portata a compimento”– Gennaro de Rosa.

I brani di Music for Change #21 nascono in un contesto unico al mondo, i Bocs Art (Sound BoCS) di Cosenza, un luogo che da quest’anno è diventato la base operativa e creativa di quello che per 11 anni è stato il premio Musica contro le mafie.

Una Music Farm a sfondo civile che è anche incubatore di nuove realtà artistiche alle prese con quelli che oggi sono i temi cardine dei diritti umani e civili: Resistenze e DemocraziaAmbiente ed EcologiaCittadinanza digitaleParità di Genere diritti LGBTQ+Lavoro e DignitàMigrazioni e PopoliDisuguaglianze e Marginalità SocialeRigenerazione e Futuro

GIUSI ARIMATEA CI PARLA DI “THE FRENCH DISPATCH” DI WES ANDERSON

Articolo precedente

IL 22 NOVEMBRE AL CHIOSTRO NINA VINCHI, “IL ROSSORE DELL’ATRICE” E ” LE VISONI DEL TEATRO” DI FERDINANDO TAVIANI

Articolo seguente

Ti potrebbero interessare

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Musica