Connect with us

Cosa stai cercando?

Danza, Festival

Festival “I Cento Passi”: la danza tra territorio e tematiche sociali

Tempo di lettura: 2 minuti

Il progetto artistico del Festival “I Cento Passi” quest’anno riflette la necessità di fare chiarezza sulla funzione che hanno i Festival sul territorio e sul ruolo che questi rivestono nella società di oggi, mutata notevolmente dagli eventi che hanno colpito tutto il mondo. 

Un Festival nato dall’idea di poter inventare e promuovere un nuovo modo di comunicare attraverso l’arte e la contaminazione di linguaggi e discipline diverse, creando i presupposti affinché artisti e pubblico vivano esperienze collettive, contribuendo a costruire una realtà condivisa.

L’edizione di quest’anno del Festival, presentata presso la Sala “Caduti di Nassirya” di Palazzo Madama del Senato della Repubblica, si svolgerà nella provincia dell’Aquila dal 21 luglio al 18 settembre

La cultura è al centro dell’agenda di governo, i festival rappresentano oggi come non mai uno strumento per veicolare messaggi di positività e per far sì che la cultura sia sempre più vicina alle persone e da esse fruibile” ha dichiarato il senatore Guido Liris in apertura alla conferenza stampa.

Presenti, oltre alle due direttrici artistiche Loredana Errico e Amalia Salzano, il M° Mvula Sungani, Consigliere per la Danza del Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, Roberto Santangelo, Vicepresidente Vicario del Consiglio Regionale d’Abruzzo e Presidente del Consiglio Comunale dell’Aquila, Domenico Barbuto, Segretario Generale Agis e Liliana Cosi, Etoile Internazionale.

Il festival di quest’anno punta a creare una struttura radicata sul territorio, che nasce per creare opportunità di incontro, di confronto e di stimolo, partendo dalla rigenerazione culturale, sociale ed economica del territorio, e quindi delle sue comunità di riferimento.

“I Cento Passi porterà in Abruzzo e a L’Aquila danzatori di compagnie nazionali ed internazionali offrendo ai cittadini spettacoli unici con un cartellone importante e di livello – ha detto il presidente Roberto Santangelo. Congratulazioni alle due direttrici artistiche per la qualità del programma presentato in Senato e per l’importante lavoro che svolgono sulla nostra città e regione accrescendo l’attrattività del turismo culturale”.

Grande attenzione è rivolta alle tre dimensioni dello sviluppo sostenibile – economica, ecologica e sociale, che ben si intersecano con gli obiettivi dell’Agenda 2030.

Dall’inclusività alla lotta al cambiamento climatico, dal tema della violenza di genere alla valorizzazione della creatività giovanile e del ricambio generazionale: la maggior parte delle azioni del festival sono volte alla sensibilizzazione degli spettatori, partendo dalla scelta degli spettacoli, che mettono la danza e la cultura al centro di un percorso di rigenerazione e di ritrovata fruibilità degli spazi urbani.

Scritto da

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Festival

Si ispira a un passaggio della Genesi il titolo della 35a edizione del Ravenna Festival: “E fu sera e fu mattina”. Una metafora che nel...

Aidaf, Danza

Si intitola “All Beats to Dance” il tema scelto per questa edizione di Danza in Fiera 2024, che si svolgerà a Fortezza da Basso a Firenze,...

Cinema

Si apre sotto un cielo grigio il Festival di Berlino, uno dei più importanti appuntamenti cinematografici europei e del mondo. Non sono solo le...

Aidaf, Danza

La luce, così come la regia, la coreografia e la musica, rappresenta uno degli elementi fondamentali che caratterizzano l’esibizione coreutica. Ed è lo spirito...

Copyright © 2022 Le foto presenti su Notizie di Spettacolo sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. L'editore è a disposizione per la eventuale rimozione di foto coperte da copyright. Il periodico on line “Notizie di Spettacolo” è stato registrato presso il registro dell'Ufficio Stampa con il numero 66/2022 con firma del decreto del Presidente di Sezione del 10 maggio 2022.