Connect with us

Cosa stai cercando?

Musica

Fondazione Rete Lirica delle Marche: la nuova stagione tra grandi maestri e giovani interpreti

Tempo di lettura: 3 minuti

Macbeth di Giuseppe Verdi segna il ritorno nelle Marche del regista Pier Luigi Pizzi con una nuova produzione

Il 12 novembre si alza il sipario sulla nuova stagione della Fondazione Rete Lirica delle Marche, che coniuga grandi maestri e giovani interpreti, mantenendo la strada tracciata nel 2018: la programmazione 2022/2023 vede in cartellone due importanti titoli verdiani, Macbeth e La traviata, e gli spettacoli targati AsLiCo basati su La Cenerentola di Rossini e Il flauto magico di Mozart.

Il Teatro dell’Aquila di Fermo accoglie il Macbeth di Verdi, opera della quale regia, scene, costumi e luci portano la firma di Pier Luigi Pizzi, maestro del teatro italiano e artista fortemente legato al territorio e al pubblico marchigiano.

Alla direzione della FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana il giovane e talentuoso Diego Ceretta, classe 1996, al debutto nei teatri della Rete.

Il cast vede Gezim Myshketa interpretare Macbeth; il giovane soprano russo Lidia Fridman nel ruolo di Lady Macbeth; Matteo Roma, Gianluca Margheri e Vassily Solodkyy, rispettivamente nei ruoli di Macduff, Banco e Malcolm; Melissa D’Ottavi nel ruolo di Dama di Lady Macbeth.

La direzione del coro del Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno è affidata a Giovanni Farina.

La Rete Lirica, da sempre attenta al cogente tema della formazione del nuovo pubblico, ha riservato l’anteprima dell’opera al pubblico degli under 30. Dopo il debutto del 12 novembre, lo spettacolo sarà poi ad Ascoli il 19 novembre e al Teatro della Fortuna di Fano il 26 novembre. In entrambe le occasioni lo spettacolo sarà anticipato da una anteprima riservata al pubblico più giovane.

L’attenzione al giovane pubblico: due titoli per il progetto Opera Domani

Nell’ambito di Opera Domani, progetto rivolto ai più piccoli e alle famiglie, alla fine del 2022 farà tappa nei teatri della Rete Lirica La Cenerentola. Grand Hotel dei sogni, fortunatissima produzione di AsLiCo, con Théâtre des Champs-Elysées e Opéra de Rouen.

AsLiCo cura l’adattamento musicale e drammaturgico del capolavoro di Gioachino Rossini, mentrela messa in scena è firmata dal regista Daniele Menghini.

Il cast vocale è composto dai giovani artisti selezionati da AsLiCo. In buca l’Orchestra 1813 guidata da Riccardo Bisatti. L’opera andrà in scena il 29 novembre al Teatro dell’Aquila, il 30 novembre al Teatro Ventidio Basso e il 2 dicembre al Teatro della Fortuna.

Il flauto magico. Il suono della pace

Nell’ambito delle iniziative di avvicinamento all’opera, nella primavera 2023 andrà in scena la nuova produzione AsLiCo, ideata su uno dei titoli più celebri del catalogo di Mozart: Die Zauberflöte (“Il flauto magico”) con l’adattamento musicale eseguito dall’Orchestra Sinfonica G. Rossini e quello drammaturgico ideato dalla regista Caroline Leboutte. Il nuovo allestimento, dal titolo Il flauto magico. Il suono della pace è proposto per la XXVII edizione di Opera Domani e sarà al Teatro della Fortuna il 9 maggio, al Teatro Ventidio Basso il 10 maggio e al Teatro dell’Aquila il 12 maggio.

Nel solco della tradizione, il 2023 si aprirà con un concerto degli allievi del Conservatorio “G.B. Pergolesi”di Fermo al Teatro dell’Aquila.

Nel febbraio del 2023 andrà in scena una delle opere più amate dal pubblico di tutto il mondo:La traviata. Il progetto di regia, firmato da Luca Baracchini con le scene di Francesca Sgariboldi, i costumi di Donato Didonna e luci di Gianni Bertoli, è vincitore di un bando internazionale per artisti under 35 organizzato dalla Rete Lirica con il circuito Opera Lombardia, Opera Europa e il sostegno del Ministero della Cultura, Regione Lombardia e Fondazione Cariplo.

Il capolavoro verdiano avrà la direzione musicale di Enrico Lombardi sul podio dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini e Mirca Rosciani alla direzione del Coro del Teatro della Fortuna. Nel ruolo di Violetta il soprano messicano Karen Gardeazabal, in quello di Alfredo Valerio Borgioni. Giorgio Germont sarà Andrea Borghini.

L’allestimento debutterà il 4 febbraio al Teatro della Fortuna (anteprima giovani il 2 febbraio), l’11 febbraio sarà al Teatro dell’Aquila (anteprima giovani il 9 febbraio) e l’ultima recita sarà il 18 febbraio al Teatro Ventidio Basso (anteprima giovani il 16 febbraio).

InclusivOpera

Si rinnova anche quest’anno il progetto di accessibilità grazie al team di InclusivOpera, da oltre dieci anni attivo al Macerata Opera Festival. Formato dalla ideatrice e coordinatrice Elena Di Giovanni e da Francesca Raffi insieme con ALI-Accessibilità, Lingue, Inclusione, InclusivOpera proporrà diverse attività destinate sia a sordi e ipoudenti che a ciechi e ipovedenti per le opere in programma: dai percorsi guidati in LIS (la Lingua dei Segni Italiana) ai percorsi tattili sino agli spettacoli con il servizio di audio descrizione che saranno disponibili nei giorni precedenti l’opera in formato Mp3 sul sito della Fondazione. I dettagli per partecipare saranno disponibili in autunno sul sito della Fondazione Rete Lirica delle Marche.

Scritto da

Direttrice editoriale. Musicologa, project manager, consulente editoriale per Istituzioni culturali.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Agiscuola, Cinema

Si è svolta il 5 dicembre, presso l’Auditorium di Milano, la conclusione del Progetto speciale Agiscuola “Sinfonia Fantastica”, un percorso che ha coinvolto circa...

Cinema, Cinetel

Vicini di casa di Paolo Castella (nel cast Claudio Bisio e Vinicio Marchioni) debutta al comando nel suo primo weekend in sala con un incasso...

Anec, Cinema

Tik Tok ha sponsorizzato il Festival di Cannes e le Giornate Professionali di Cinema Dalla distribuzione cinematografica al passaggio nelle sale passando attraverso i...

Festival

A Catania torna Zampognarea: per la XVIII edizione una mostra itinerante e concerti alla scoperta  delle tradizioni del Natale Con la presentazione del programma...

Copyright © 2022 Le foto presenti su Notizie di Spettacolo sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. L'editore è a disposizione per la eventuale rimozione di foto coperte da copyright. Il periodico on line “Notizie di Spettacolo” è stato registrato presso il registro dell'Ufficio Stampa con il numero 66/2022 con firma del decreto del Presidente di Sezione del 10 maggio 2022.