MultidisciplinareNewsNon solo spettacolo

LA SECONDA GIORNATA DEL FORUM IMPRESE CULTURA ITALIA “EVOLUZIONI PROFESSIONALI NEL MONDO DELLA CULTURA”

0
Tempo di lettura: 3 minuti

In apertura di Forum collegato da remoto e presentato da Carlo Fontana il Ministro Dario Franceschini.Pensi Italia pensi alla cultura” afferma il Ministro della Cultura. Delinea come l’Italia sia il Paese Europeo con l’ investimento più importante per un ammontare di 7 miliardi di euro, “l’ industria cinematografica più importante si trova in Italia“. L’ investire in cultura è e sarà una grande scelta strategica del Paese come l’investimento strutturale pianificato nel Recovery Plan.

Tematica fondamentale che sarà evidenziata in questa prima parte di Forum sarà: l’evoluzione professionale nel mondo della cultura. Si apre in questo modo una tavola rotonda guidata da Isidoro Trovato, giornalista economico del Corriere della Sera, per discutere in merito al rapporto tra cultura e professioni. Mario Abis, sostiene come l’impresa assuma un ruolo attivo e proattivo nei confronti della cultura. Tema tecnologia e dialogo con il territorio fondamentali per la comprensione del ruolo della cultura. Le Costruzioni di skill professionali e innovative caratterizzate da fasi nuove e creazioni tecnologiche. Ridefinire skill formativi adattandosi al nuovo periodo di risanamento e di rivalorizzazione, “ponendo al centro la cultura che diventa identità stessa di trasformarsi“.

Isidoro Trovato, “la cultura è un comparto industriale fondamentale come dice Franceschini, formazione di figure professionali“. “Il digitale aspetto fondamentale, diventato un fattore fondamentale“.

Carla di Francesco, Segretario Generale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo mostra la commistione, attraverso le attività della sua scuola e della formazione post universitaria, tra la ricerca e la formazione e il modo in cui si intrecciano tra loro. “Le Figure Professionali culturali sono fondamentali per le attività che la maggior parte delle volte non svolgono a pieno le proprie mansioni“. Evidenzia inoltre le difficoltà nel lanciarsi nella nuova configurazione che la riforma ha dato a queste nuove istituzioni e la carenza di personale in tutte le strutture pubbliche, componente formativa essenziale.

Isabella Mozzoni, docente e ricercatrice dell’ università di Parma sottolinea il termine “trasversalità“. “Unire competenze informatiche alle umanistiche“. “Dare senso ai ragazzi sulla trasversalità dei contenuti intrecciati tra loro, servono a vedere il mondo in una chiave di lettura diversa“. Spiega come nel percorso formativo universitario vengano forniti concetti di base trasversali per comprendere al meglio e vedere in modo più ampio la realtà e la cultura, ed esorta i giovani ad uscire di casa e andare ad interfacciarsi con il mondo della cultura, “smuovere studenti appassionati ma pigri“.

Chiara Sbariglia, Presidente LUCE Istituto Cinecittà parla della stabilizzazione dei percorsi formativi come il percorso di un apprendistato “che non lasci studenti appesi ad un filo“. Lavoreremo su tre fattori: conservazione e digitalizzazione del patrimonio filmico e cinematografico; innovazione tecnologica, teatro green; parità di accesso uomo donna.

Tommaso Agnese, regista e Manager creativo di “Fabrique du Cinema si sofferma sull’ impatto immediato dei giovani nel mondo della cultura, “giovani pronti con voglia di fare“. Fabrique du Cinema nasce per mettere in contatto i giovani, dandogli uno spazio importante per avviare una realizzazione di se stessi. Prosegue delineando il problema di essere un giovane in Italia rispetto all’estero e alle posizione che ricopre.

Angelo Maglietta, Prorettore vicario IULM afferma come il digitale rappresenta uno strumento di arricchimento della formazione, “valore culturale fruito genera la cultura“. Metodologia della ricerca sociale come valore aggiunto. Conclude illustrando una nuova sperimentazione nella sua università di una didattica insieme agli studenti più fluida.

Nadia Nigris affronta il tema del percorso evolutivo all’interno della formazione e dei percorsi formativi, ampliamento l’ offerta formativa. La Formazione di una figura competente nel proprio lavoro legato al sistema delle competenze trasversali molto richieste e fondamentali. Conclude presentando la realizzazione di un percorso formativo applicato al mondo del lavoro.

Alle 14:30 inizierà la seconda parte dei lavori Live e Digitale: opportunità e nuove visioni. Puoi seguire la diretta qui

LA PRIMA GIORNATA DEL FORUM DI IMPRESA CULTURA ITALIA

Articolo precedente

FORUM IMPRESE E CULTURA ITALIA “CULTURA E INNOVAZIONE ATTRAVERSO IL LIVE E DIGITALE”: OPPORTUNITÀ E NUOVE VISIONI

Articolo seguente

Ti potrebbero interessare

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *