Connect with us

Cosa stai cercando?

Ico, Musica

Un 2024 a suon di musica con le ICO – Istituzioni Concertistiche Orchestrali

Tempo di lettura: 3 minuti

Il 2024 è ormai alle porte. Per iniziare il nuovo anno nel modo giusto, le 12 Istituzioni Concertistico Orchestrali (ICO) hanno organizzato una serie di concerti, a cavallo tra il 29 dicembre e i primi giorni di gennaio.

Da Bolzano a Palermo, ogni Istituzione ha organizzato una serie di attività sul proprio territorio, rispondendo a un bisogno, sempre più crescente, di portare la musica e lo spettacolo al centro delle comunità.

«Le attività delle 12 ICO, sono poliedriche e capillari – spiega Dino dall’Aglio, presidente delle Istituzioni Concertistiche Orchestrali -. Per tempo e spazio le nostre Istituzioni sono in grado di rispondere alla crescente richiesta ed alla voglia di cultura musicale che il pubblico richiede. La particolarità e versatilità delle nostre Istituzioni, inoltre, permette di adattarsi ad ogni contesto rispondendo alle richieste di Enti, Società ed Istituzioni mantenendo, però, sempre un eccellente livello artistico. Le varie attività musicali che ciascuna istituzione programmerà tra la fine dell’anno e i prossimi mesi sono segnale di una viva e fervida volontà di azione e di una costante ricerca ed esplicazione delle più alte forme di cultura musicale esistete. Le masse artistiche stabili che le nostre Istituzioni mettono in gioco, senza timore di essere smentito, sono le poche realtà capaci di offrire una programmazione varia e di altissimo livello. Penso che tali realtà debbano ricevere, sempre di più e costantemente, valorizzazione da parte del nostro Stato e degli Enti Locali ospitanti. La cultura è un fondamento costituzionale e la forma con cui la esplichiamo, specifica in maniera definitiva il principio poc’anzi richiamato. Nel vivo augurio che il 24 possa essere un ulteriore anno di crescita».

Si comincia il 29 dicembre con i primi concerti dell’Orchestra Haydn Orchestr di Bolzano e Trento, l’Istituzione Sinfonica Abruzzese e l’Orchestra Sinfonica di Milano. Le musiche di J. Strauss Jr e Josef Strauss dirette da Alessandro Bonato faranno il giro del Trentino Alto-Adige fino al 5 gennaio, mentre venerdì e lunedì 01 gennaio 2024 all’Auditorium Fondazione Cariplo il Coro e l’Orchestra Sinfonica di Milano, diretta da Claus Peter Flor, accompagnerà la voce recitante di Massimiliano Finazzer Flory, il soprano Lenneke Ruiten, il mezzosoprano Theresa Kronthaler, il tenore Patrik Reiter e il baritono Modestas Sedlevičius. Sempre nella giornata di venerdì al Ridotto del Teatro Comunale “V. Antonellini” (ore 18) dell’Aquila si terrà il “Gala di Fine Anno” con l’Orchestra dell’istituzione Sinfonica Abruzzese diretta dal maestro Giovanni Pompeo, sul palco anche il soprano Chiara Guerra.

Dal 29 dicembre un doppio appuntamento con l’Orchestra Padova e del Veneto: il 29 e il 31 dicembre andrà in scena il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini al Teatro Stabile Verdi di Padova che chiude la Stagione lirica 2023, nel nuovo allestimento in coproduzione con il Teatro Comunale Mario del Monaco di Treviso, curato da Paolo Giani. Il Primo dell’anno, sempre a Padova, si terrà il Concerto di Capodanno (ore 17). Sul podio Leonardo Sini, mentre sul palco saliranno Daria Rybak, Rame Lahaj e Riccardo Fassi.

All’Auditorium Paganini di Parma, il primo dell’anno (ore 11.30), la Fondazione Arturo Toscanini insieme al coro del Teatro Regio di Parma suoneranno “Beethoven 9”, il concerto di Capodanno diretto da Enrico Onofri. Sul palco Sarah Gilford, Valentina Stadler, il tenore Julian Hubbard e il basso Ugo Guagliardo.

Anche l’Orchestra Magna Grecia dà appuntamento il 1° gennaio, ore 11.30, al Teatro Fusco di Taranto con il tradizionale Concerto di Capodanno. Dirige l’Orchestra il maestro Piero Romano, con un programma che spazia dall’Overture del Don Pasquale di Donizetti alla “Frisch heran polka schnell op. 386” di Johann Strauss.

Al Teatro dell’Opera del Casino’ di Sanremo, l’Orchestra Sinfonica ligure, alle ore 17, si cimenterà nel Concerto di Capodanno sulle note di Strauss, Sibelius e Respighi, diretta dal maestro Giancarlo De Lorenzo. Dall’altro lato del Paese, quasi contemporaneamente (ore 18), al Politeama Garibaldi di Palermo, Christian Arming e l’Orchestra Sinfonica Siciliana suoneranno per il pubblico alcune delle opere più famose di J. Strauss jr, R. Strauss e Brahms.

A partire dal primo lunedì dell’anno fino a domenica 7, l’Orchestra Filarmonica Marchigianaporterà insieme al direttore Giuseppe Montesano e al soprano Ana Petricevic un programma che spazia da Strauss a Liszt, fino a Lehàr, con tappe a Fermo, Macerata, Jesi, e Fabriano, per chiudere a Osimo.

Chiudono il calendario degli appuntamenti l’Orchestra Sinfonica di Bari, con “Siaprio”: un concerto speciale al Teatro Piccinni della città, in collaborazione con il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, venerdì 12 gennaio alle ore 20.30.

Giovedì 18 e sabato 20 gennaio, l’Orchestra I Pomeriggi Musicali, diretta dal violinista Julian Rachlin, insieme alla viola Sarah McElravy, ripercorreranno più di un decennio di capolavori di Wolfgang Amadeus Mozart, con opere scritte tra il 1779 e il 1788.

Infine, l’Orchestra Regionale della Toscana dà appuntamento con il primo concerto del 2024 il prossimo 25 gennaio (ore 21) al Teatro Verdi di Firenze, con il direttore Emmanuel Tjeknavorian. Sul palco il soprano Valerie Eickhoff accompagnerà l’Orchestra nell’esecuzione del “4 Lieder da Des Kaben Wunderhorn” di Mahler per voce e orchestra. Completano il programma la Sinfonia n.34 K.338 di Mozart e la Sinfonia n.6 D 589 di Schubert.

Scritto da

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Musica

Non è una coincidenza che il 21 marzo, compleanno di Johann Sebastian Bach, si celebri la Giornata europea della Musica Antica. Una ricorrenza istituita nel 2013 e...

Musica

«Genesi – Generazione Sinfonica non è un abbonamento, ma un progetto dell’Orchestra Sinfonica di Milano totalmente dedicato ai giovani e pensato da chi questi giovani...

Festival, Musica

Diciassette km separano Jesi da Maiolati Spontini, due comuni marchigiani nella provincia di Ancona che nel Settecento sono stati la patria di due grandi...

Musica, Spettacolo dal vivo

La musica dal vivo in Italia ha conquistato ottimi risultati sia nel 2022 che nel 2023, e le previsioni per l’anno successivo sembrano confermare...

Copyright © 2022 Le foto presenti su Notizie di Spettacolo sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. L'editore è a disposizione per la eventuale rimozione di foto coperte da copyright. Il periodico on line “Notizie di Spettacolo” è stato registrato presso il registro dell'Ufficio Stampa con il numero 66/2022 con firma del decreto del Presidente di Sezione del 10 maggio 2022.