Connect with us

Cosa stai cercando?

Musica, Rockstory

Måneskin e sociologia del rock

Tempo di lettura: 2 minuti

Secondo capitolo della rubrica Rockstory

“Con uno sguardo mi ha convinto a prendere e partire, che questo è un viaggio che nessuno prima d’ora ha fatto”.

Torna a Casa dei Maneskin è un “pugno nello stomaco”. Un testo con arrangiamenti hard rock che si apre al futuro, alla circolarità, al dialogo, all’unione con la melodia.

Il rock “graffiante” dei Maneskin ha in alcuni tratti “dolci arroganze gotiche” il cui racconto musicale non ha una fine ne’ un epilogo. 

“Corriamo via da chi c’ha troppa sete di vendetta, da questa Terra ferma perchè ormai la sento stretta. Ieri ero quiete perchè oggi sarò tempesta”.

Le note poetiche integrate al rock progressive dei Maneskin risentono delle influenze dei Led Zeppelin, dei Nirvana, di David Bowie e dei Rolling Stones. Ma personalmente ho trovato i Marlen Kuntz e gli Afterhours.

La rock-riflessione che Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi e Ethan Torchio cercano attraverso le loro performance internazionali di comunicare è che l’arte del rock punk, o post punk che sia, nelle sue sfumature, ci consegna rappresentazioni, sogni e desideri dentro il processo cognitivo del ruolo sociale della mente.

Le parole intecciate alla chitarra e cucite alla voce dal suo vocalist interroga i sotterranei dell’anima.

“Prima di te ero solo un pazzo, ora lascia che ti racconti, avevo una giacca sgualcita e portavo tagli sui polsi, oggi mi sento benedetto e non trovo niente da aggiungere, questa città si affaccerà quando ci vedrà giungere”.

Testi lontani con una precisa funzione. La visione si riscatta, scopre l’umano e supporta la società nel suo cambiamento verso il bene comune.

C’è nel rock dei Maneskin una sociologia della conoscenza che scava nel profondo, nell’archeologia del meccanismo creativo che porta a tenere insieme funi indistruttibili, tessuti che nel suo essere “textum” generano funk rock che diventa storia. La storia di questi giorni “impazziti” che stiamo vivendo.

Quasi un simbolo, un segnale, un’emblema al pari dei Linkin Park quando hanno inciso “New Divide” o gli U2 in “Sunday Bloody Sunday” o ancora i Litfiba in “Eroi del silenzio”. È così che i labirinti del conscio dei Maneskin alzano l’orrizzonte, oltre il Caucaso e arriva “Gasoline”  con il suo testo diretto

In piedi da solo su quella collina, usando il tuo carburante per uccidere, non staremo fermi”.

Analisi della riscossa e della società che interiorizza le paure e anche le solitudini e lentamente approdiamo al porto della poesia rock di Coraline:

Dimmi le tue verità, Coraline, Coraline, Coraline bella come il sole, guerriera dal cuore zelante, capelli come rose rosse, preziosi quei fili di rame, amore, portali da me, se senti campane cantare, vedrai Coraline che piange, che prende il dolore degli altri, e poi lo porta dentro lei”.

Potremmo andare oltre, evidenziare altre sfumature di un hard rock italiano salito sulla terrazza del Mondo. È il tempo di  Zitti e Buoni e nella luce del nostro inconscio trasformiamo le nostre timidezze in volontà e impegno per un nuovo umanesimo che anche il rock non finirà mai di ricercare:

“E non c’è  vento che fermi la naturale potenza dal tuo giusto punto di vista, del vento senti l’ebrezza con ali in cerca alla schiena ricercherò quell’altezza se vuoi fermarmi ritenta, prova a tagliarmi la testa perché sono fuori di testa, ma diverso da loro”.

La Rubrica RockStory a cura di Antonio Derinaldis, è un’approfondimento di carattere scientifico e di lettura del nostro tempo su come testi, arrangiamenti, note musicali del rock nelle sue diverse dimensioni, hanno influenzato il costume e la società moderna, creando una vera e propria sociologia del pensiero rock. 

Scritto da

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Eurovision Song Contest 2022

The sound of beauty,il suono della bellezzaè lo slogan ufficialedell’Eurovision Song Contestdi quest’anno. Presentato lunedì scorso unitamente al concept grafico dell’evento, vuole essere un...

Musica, News

Due anni di pandemia alle spalle si fanno sentire. Sono pesanti, ed hanno gravemente danneggiato quasi ogni progetto del panorama musicale internazionale e non...

Musica, News

La musica italiana è protagonista nel mondo.Dal Golden Globe al Premio Paganini – passando per gli Oscar – tutti i più grandi successi musicali...

Copyright © 2022 Le foto presenti su Notizie di Spettacolo sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. L'editore è a disposizione per la eventuale rimozione di foto coperte da copyright. Il periodico on line “Notizie di Spettacolo” è stato registrato presso il registro dell'Ufficio Stampa con il numero 66/2022 con firma del decreto del Presidente di Sezione del 10 maggio 2022.