Connect with us

Cosa stai cercando?

Ravenna Festival, Riccardo Muti e l'Orchestra Cherubini - Foto di Zani-Casadio

Festival

Spettacoli per l’ambiente e per gli alluvionati nel Ravenna Festival 2024

Tempo di lettura: 2 minuti

Si ispira a un passaggio della Genesi il titolo della 35a edizione del Ravenna Festival: “E fu sera e fu mattina”. Una metafora che nel binomio Creazione e Distruzione trova una nuova chiave per leggere le sfide del nostro tempo, quella dello spettacolo come linguaggio per riflettere e sensibilizzare sugli effetti del cambiamento climatico, fornendo anche degli strumenti per esplorare e adottare nuove pratiche ecosostenibili.

A un anno dall’alluvione che ha colpito la Romagna, il Festival dedica infatti parte della programmazione – intitolata Romagna in Fiore – ad alcuni dei territori più colpiti dall’alluvione. 8 concerti gratuiti, nel segno della sostenibilità e del rispetto per l’ambiente e per le comunità che lo vivono, organizzati tra maggio e i primi di giugno.        

Più di mille artisti coinvolti nel cartellone estivo della rassegna, con numerosi ospiti tra cui Simon Rattle, Kirill Petrenko, l’Accademia Bizantina, Eleonora Abbagnato, Sergio Bernal, il Ballet de l’Opéra de Lyon, il Philip Glass Ensemble, Giovanni Sollima, Mario Brunello, Paolo Fresu e Omar Sosa, Colapesce Dimartino, Ian Bostridge, Hildur Gudnadóttir e Laura Morante.

Dall’11 maggio fino al 9 luglio musica, teatro e danza si alterneranno in più di 100 alzate di sipario.

Ad inaugurare la sezione principale del Ravenna Festival sarà Riccardo Muti con i Wiener Philharmoniker, al Palazzo Mauro De André, per poi tornare alla guida della sua Orchestra Cherubini in altri due concerti.

Il secondo segnerà anche la chiusura del Festival, quello delle Vie dell’Amicizia. Il progetto nato all’interno del festival nel 1997, che da 27 anni si occupa di costruire nuovi ponti di fratellanza tra paesi, popoli e culture diverse attraverso l’arte e la cultura.

Il percorso di quest’anno è dedicato alla memoria di tutti coloro che, come Samia Yusuf Omar, hanno perso la vita nel tentativo di attraversare le acque del Mediterraneo. A loro l’Orchestra dedicherà la Sinfonia n. 4 in do minore D 417 “Tragica” di Franz Schubert e lo Stabat Mater di Giovanni Sollima, che si esibirà al violoncello.

Per la danza il Ballet de l’Opéra de Lyon propone un doppio omaggio al coreografo contemporaneo Merce Cunnigham, mentre il gala Les étoiles, curato da Daniele Cipriani, vedrà la partecipazione di Eleonora Abbagnato.

Tra gli appuntamenti del Festival anche la rassegna delle MicroDanze ideate da Aterballetto, il ritorno del progetto RIC.CI a Ravenna, curato da Marinella Guatterini, e la prima nazionale di redrum del gruppo Nanou.

Il Grande Teatro di Lido Adriano ospita un percorso attraverso la letteratura extraeuropea, ospitando quest’anno le favole della tradizione indiana con Panchatantra, o le mirabolanti avventure di Kalila e Dimna. Continua anche il progetto quadriennale di “rimessa in vita” delle commedie di Aristofane da parte di Marco Martinelli su commissione del Parco Archeologico di Pompei, che quest’anno vede in scena Pluto, così come l’avventura di Don Chisciotte ad ardere con Marco Martinelli ed Ermanna Montanari di Teatro delle Albe/Ravenna Teatro. Spazio anche alla musica nella rassegna drammaturgica con l’Histoire du soldat di Stravinskij e il Non dirmi che hai paura, che include musiche edite di Peter Gabriel e Jill Gabriel.

Scritto da

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Musica

«La musica non descrive, evoca. La musica dovrebbe far pensare, perché è portatrice di pace. Ma il mondo non vuole ascoltare questa parola e...

Cinema

Si apre sotto un cielo grigio il Festival di Berlino, uno dei più importanti appuntamenti cinematografici europei e del mondo. Non sono solo le...

Festival, Musica

9 giorni di cultura senza barriere dove artisti e ospiti internazionali da tutti i campi del sapere hanno ragionato sull’attualità di Orfeo a partire dai suoni...

Musica

Si è conclusa con il Closing Party, La Milano Music Week 2023, una edizione che ha riscontrato un notevole successo e una forte crescita...

Copyright © 2022 Le foto presenti su Notizie di Spettacolo sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. L'editore è a disposizione per la eventuale rimozione di foto coperte da copyright. Il periodico on line “Notizie di Spettacolo” è stato registrato presso il registro dell'Ufficio Stampa con il numero 66/2022 con firma del decreto del Presidente di Sezione del 10 maggio 2022.