Connect with us

Cosa stai cercando?

Danza

Il Ministro Franceschini istituisce tavolo permanente del mondo della danza

Tempo di lettura: 2 minuti

Il grido d’aiuto dell’étoile Roberto Bolle non s’è fatto attendere.

Il Ministro della Cultura Dario Franceschini ha istituito presso la Direzione generale Spettacolo del MiC un tavolo permanente del settore, con il compito di approfondire le tematiche e le problematiche della danza in Italia e per formulare proposte in materia.

Sintesi dell’intervento di Roberto Bolle in audizione alla Camera

Bolle ha iniziato il suo lungo, articolato e accorato discorso ricordando che la danza è un’arte nata e codificata in Italia e poi esportata in Francia e in Russia nel Settecento. Bolle ha poi dimostrato, numeri alla mano, quanta passione è ancora viva per la danza in Italia, gli iscritti alle scuole superano di oltre un terzo quello delle scuole di calcio.

“É uno scempio quello che si è compiuto negli ultimi decenni in Italia con il depauperamento della danza. E’ ora di cambiare”.

La Danza italiana viene costantemente avvilita, trattata come la Cenerentola delle arti, con Opera lirica e musica sinfonica nel ruolo delle sorelle privilegiate, cui sono riservate le attenzioni e le cure delle Fondazioni. Da cosa nasce questa decisone che sembra quasi unanime di uccidere il Balletto qui in Italia? Non certo per insostenibilità dei corpi di ballo ma per scarsa conoscenza del settore e mancanza di visione di chi ne era responsabile”.

Le parole del Ministro

“La danza è un’eccellenza della cultura italiana riconosciuta in tutto il mondo. Insieme alle fondazioni lirico-sinfoniche, come altri settori dello spettacolo dal vivo, ha sofferto in questo periodo di limitazioni ed è giusto che il Governo e le istituzioni siano vicine e lavorino al massimo per trovare delle soluzioni”, ha dichiarato il Ministro Franceschini.

I componenti del tavolo permanente

L’organismo, presieduto da Roberto Giovanardi, è così composto:

il Direttore generale Spettacolo del Mic;

il Presidente dell’Associazione Nazionale Fondazioni Lirico Sinfoniche (ANFOLS);

il Presidente dell’Accademia Nazionale di danza;

un rappresentante dell’Accademia di danza del Teatro alla Scala di Milano;

un rappresentante dell’Accademia di danza dell’Opera di Roma;

un rappresentante dell’Accademia di danza del Teatro San Carlo di Napoli;

il Presidente dell’Associazione italiana danza attività di formazione (AIDAF);

il Presidente dell’Associazione italiana danza attività di produzione (AIDAP);

il Presidente dell’Associazione Danza Esercizio e Promozione (ADEP);

il Presidente Associazione Italiana Teatri di Tradizione (ATIT);

il Presidente di ItaliaFestival;

il coordinatore del “Tavolo Danza” di C.Re.S.Co – Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea;

il direttore del ballo del Balletto del Teatro alla Scala di Milano;

il direttore del ballo del Balletto dell’Opera di Roma;

il direttore del ballo del Balletto del Teatro San Carlo di Napoli;

il direttore del ballo del Balletto del Teatro Massimo di Palermo;

il Sovrintendente del Teatro Carlo Felice di Genova;

un rappresentante di NID-New Italian Dance Platform;

un rappresentante del Liceo Coreutico Statale di Torino;

il Presidente della Federazione nazionale danza sportiva (FIDS);

Amedeo Amodio;

Mauro Bigonzetti;

Roberto Bolle;

Vittoria Cappelli;

Liliana Cosi;

Donatella Ferrante.

Scritto da

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Festival

Le Associazioni nazionali dei Festival di 10 Paesi, unitamente all’EFA (Associazione Europea dei Festival), si sono riuniti il 4 e 5 maggio 2022 nell’ambito...

Festival

Un mese di appuntamenti dedicati al teatro per le nuove generazioni, tra spettacoli al debutto nazionale, presentazioni letterarie, momenti di formazione ed eventi in...

Festival

Intervista esclusiva al direttore artistico di Mittelfest Giacomo Pedini. Un imprevisto è la sola speranza (E. Montale) Il cartellone di quest’anno conferma la caratura...

ItaliaFestival

 L’artigianato rivive a Noto, Ortigia e Marzamemi  Dalle botteghe ai luoghi più suggestivi della Sicilia: ecco come l’artigianato e  i tesori del Made in Italy  rivivono...