Connect with us

Cosa stai cercando?

Palazzo Chigi, Sala del Consiglio dei Ministri

Ministero della Cultura, Spettacolo

Spettacolo, approvato in Cdm il decreto legislativo che introduce l’indennità di discontinuità per i professionisti del settore

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, ha approvato nella giornata di lunedì 28 agosto, in esame preliminare, un decreto legislativo relativo al riordino e alla revisione degli ammortizzatori e delle indennità e per l’introduzione di un’indennità di discontinuità in favore dei lavoratori del settore dello spettacolo.

Il provvedimento è il risultato del lavoro congiunto svolto dal Ministro Sangiuliano e dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Elvira Calderone. Un dialogo sulla cui importanza si era già espresso anche il Consiglio superiore dello Spettacolo, sottolineando l’importanza della collaborazione tra i due dicasteri.

La misura, quale indennità strutturale e permanente in favore dei lavoratori dello spettacolo, mira fornire un aiuto economicamente concreto nei confronti dei lavoratori e dei professionisti del comparto, riconoscendo il carattere strumentale proprio del settore, nonché gli alti livelli di frammentarietà e di discontinuità delle prestazioni lavorative.

Il sostegno, che decorrerà a partire dal 1° gennaio 2024, interesserà i professionisti autonomi, compresi quelli con rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, e i lavoratori subordinati a tempo determinato. Potranno beneficiare dell’indennità anche i lavoratori dello spettacolo intermittenti che abbiano un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Saranno circa 21mila il numero di beneficiari previsti, come si legge nella nota stampa del MiC.

La copertura finanziaria prevista è di 100 milioni di euro per il 2023, 46 milioni per il 2024, 48 milioni per il 2025 e 40 milioni a decorrere dal 2026. Queste cifre saranno incrementate: dagli oneri contributivi a carico dei datori di lavoro; dal contributo di solidarietà, a carico dei lavoratori iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo; dalla revisione e dal riordino degli ammortizzatori sociali e delle indennità.

Il decreto legislativo, inoltre, prevede delle misure dirette volte a favorire i percorsi di formazione e di aggiornamento per i percettori dell’indennità di discontinuità. Queste hanno lo scopo di scopo di mantenere o sviluppare le competenze finalizzate al reinserimento nel mercato del lavoro, partecipano a percorsi di formazione continua e di aggiornamento professionale nelle discipline dello spettacolo, anche mediante l’utilizzo delle risorse dei fondi paritetici interprofessionali.

Grande soddisfazione espressa dal ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, che sottolinea l’importanza della misura approvata ieri in Cdm e che “rappresenta una norma di giustizia sociale da troppi anni attesa. Diamo così concretezza e protezione a tutti quei lavoratori del mondo dello spettacolo che subiscono più degli altri gli effetti negativi di un settore caratterizzato da alti livelli di frammentarietà e discontinuità”.

Scritto da

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Lirica, Musica

160 professori d’orchestra, 300 artisti del Coro e un grande direttore: Riccardo Muti. Un complesso orchestrale che riunisce musicisti e professionisti provenienti dalle Fondazioni...

Spettacolo

C’è sempre più voglia di spettacolo dopo la pandemia. Alcuni settori, come i concerti di musica leggera e jazz, le attrazioni viaggianti e i...

Agis, Spettacolo

Nasce la collaborazione tra Rai Radio3 e AGIS per le Giornate Mondiali dello Spettacolo 2024. Il lancio con la serata “Le stelle di Radio3",...

Agis, Spettacolo dal vivo

Intervista a Gimmi Basilotta, presidente ANCTI e vicepresidente AGIS Piemonte e Valle d'Aosta, sul tema dei soggetti privati nel mondo dello spettacolo e della...

Copyright © 2022 Le foto presenti su Notizie di Spettacolo sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. L'editore è a disposizione per la eventuale rimozione di foto coperte da copyright. Il periodico on line “Notizie di Spettacolo” è stato registrato presso il registro dell'Ufficio Stampa con il numero 66/2022 con firma del decreto del Presidente di Sezione del 10 maggio 2022.